Un anno al giardino medievale di Torino (1^parte)


Spero vi faccia piacere condividere con me un anno pieno di novità, duro lavoro e soddisfazioni che scaturiscono da un piccolo giardino, il giardino medievale di Torino.
 Il giardino ad aprile del 2010
 
Prima però una premessa e un po’ di storia…a puntate.

Io, Edoardo, mi occupo ufficialmente di questo giardino dal 2005, anno in cui ho iniziato i primi lavori di revisione e restauro che hanno cambiato volto a questo verde “segreto” della città e consentito nel 2007 di aprire il giardino al pubblico con un biglietto esclusivo, una segnaletica “discreta” ...

 Il cartellino del finocchio con una descrizione della pianta del XIV secolo tratta dal "Liber ruralium commodorum" di Piero De' Crescenzi

...e lasciando tutto il tempo necessario per stare in giardino, curiosare, leggere, riposarsi e renderlo così meno segreto, più vivo
In precedenza al giardino si accedeva dalla Rocca con una rapida, rapidissima visita accompagnata; per me una sofferenza vedere e sapere di visitatori inconsapevoli catapultati dietro una guida sprint che talvolta “dimenticava” di aprire la porta di accesso e….di corsa verso l’uscita! 

Bambini in fila durante la visita al giardino nel 2006 (immaginate la stessa fila...di adulti!)
 
Ora una delle soddisfazioni maggiori è sbirciare i visitatori in giardino che chiacchierano, discutono, cercano una pianta, aspettano il momento migliore per una fotografia e….e poi non resisto! Esco allo scoperto, attacco bottone e mi godo anche io un po’ di chiacchiere con loro!!

Dove si trova il giardino?... e come ci sono arrivato!
Ci troviamo all’interno di un complesso architettonico molto particolare, il Borgo Medievale di Torino,
Il Borgo Medievale visto dal lato del fiume Po

 costruito nel 1884 per la sezione d’arte antica dell’Esposizione Universale, con la Rocca (la parte vera e propria del museo con tutte le stanze allestite), le vie, case, fontane, botteghe a imitazione di un villaggio del 1400. Qui la visita virtuale.
La Rocca Medievale
Il giardino arriva molto tempo dopo, tra il 1998 e il 2000, e nasce in una zona retrostante le case e il castello in passato adibita a orti per il custode e per gli abitanti (...si al Borgo hanno vissuto molte famiglie e tuttoggi è abitato!)  
Strano che l'architetto Alfredo d'Andrade, ideatore del Borgo che in Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria ha curato i restauri di numerosi castelli, non avesse pensato di realizzare anche un giardino e meno male ci ha pensato qualcun'altro 100 anni dopo!

Il Borgo e la Rocca visti dall'alto nel 2000 con il neonato giardino (cerchiato in rosso sulla destra)

Incontro il giardino sulla mia strada nel 2003 quando il caso ha voluto che svolgessi il servizio civile per i musei della città. Non persi l’occasione quando, da agronomo neolaureato, mi dissero “Puoi andare a controllare il giardiniere che lavora al castello medievale cosa sta combinando? Se puoi dargli una mano ti ringraziamo perché non sappiamo neanche che cosa debba fare"
.....fffssssssssshhhhh, ero già lì
Un operatore museale svogliato mi indica un'impervia e selvaggia scaletta (troppo faticoso indicarmi l'ingresso principale) e scopro un Giardino delle Delizie, poi un Giardino dei Semplici e infine l'Orto.


In un solo colpo intravedo la possibilità di studiare e coltivare piante ornamentali (come le rose), spontanee, officinali (come la melissa), ortaggi e piante da frutto (come il nespolo europeo). 
Rosa canina (con ospite)

Melissa (Melissa officinalis)

Nespolo europeo (Mespilus germanica)

I metri quadri non sono tanti ma non mi preoccupo di ciò! Saprò sfruttare ogni CENTIMETRO quadrato! ... (continua)
10

Bacche, semi e frutti - by Delia


Ora che ci siamo lasciati il caldo alle spalle, ecco che arriva l'autunno, e le nostre piante subiscono l'ennesima trasformazione.
In giardino la presenza di bacche e frutti è interessante, spaziano da quelle delle rose o della nandina a quelle del lentisco, le mele e i Kaki crescono e cominciano a colorarsi.
Le mie bacche preferite nel mio giardino sono quelle della rosa multiflora, piccole, lucide e rossissime, molto adatte per essere usate nelle composizioni autunnali, ma sanno tanto di Natale.... Anche i semi hanno il loro fascino,  e poi sono così utili per garantire la presenza di piante nel tempo.
Le bacche di ligustro, qui ancora acerbe, a maturazione assumono una colorazione blu metallo

La Nandina domestica le ha sul rosso

Semi di Dodonaea viscosa purpurea, pianta estremamente affascinante in tutte le stagioni, ma che io trovo difficile da propagare...tanti semi per nulla!


Questi sono i baccelli della Physostegia virginiana

Bacche di alloro, cadute nel mastello pieno di sabbia....sembra fatta al mare

Ed eccole, le piccole perle rosse della Rosa multiflora...


Rosa City Girl....

Ne ho raccolte un po' per una composizione...

Lentisco e Duranta repens

                                                                 
Phoeniculum purpureum e agastache


  

Ancora qualche foto.....frutti acerbi e frutti in maturazione 

E per finire..qualche piccolo fiore c'è, ed è così romantico....






4

Edoardo e il suo giardino Medioevale ospiti del furigheddablog (by bambù)







Da parecchio tempo volevo parlarvene.... 
quest'anno ho scoperto un giardino insolito, curioso, molto affascinante che si trova a Torino, si tratta del giardino del Borgo Medioevale. Ho avuto anche la fortuna di conoscere personalmente Edoardo Santoro che ne è il responsabile da parecchi anni. 
Se volete fare una passeggiata veloce potete fare un salto qui... è un forum dove qualche mese fa se ne era parlato
oppure dare un'occhiata al sito che è trooppo carino....

oppure, meglio ancora, comprare l'ultimo numero di Gardenia (settembre 2010)...
ebbene sì! Anche Pia Pera è rimasta colpita da questo giardino e ha scritto uno splendido articolo ricco di curiosità e di approfondimenti, non perdetevelo!








Edoardo è una persona veramente speciale (lo vedete qui in questa foto) 
e sa comunicare l'entusiasmo con in quale svolge questo lavoro che è sicuramente invidiabile, ma anche parecchio impegnativo.
Mi ha promesso che, in queste pagine, ci racconterà qualcosa sull'evoluzione del giardino medioevale, da quando ha iniziato a lavorarci fino ad oggi.
Per me che adoro le storie, i "prima e dopo" è un'occasione ghiotta e non vedo l'ora che inizi.

8

2001 Le clematis che vengono da lontano - by tyziana

Quando ho visto il pacco a casa di mamma, mi è venuto in mente il monolito del film “2001 Odissea nello spazio”!!!! 00049
Ditemi se non gli assomiglia???!!!!
DSCN5848
Arrivato col corriere DHL ieri pomeriggio a casa di mia madre,  dalla lontana Germania, sono corsa oggi all’ora di pranzo a prenderlo!!!!
Non vedevo l’ora di aprirlo!!!  Sono arrivata a casa e ho subito aperto il pacco per vedere come stavano le mie piccoline. Piccoline??? Sono belle grandiiiiiii!!!!
DSCN5856
DSCN5858
Si tratta di ben tre clematis, acquistate su ebay da un venditore tedesco,  da cui acquistavo per la prima volta, e devo dire che,  anche se le spese di spedizione sono state un pò alte questa volta, ne è valsa la pena. Anche perchè il costo di ogni singola pianta non è poi stato così salato, anzi!!
DSCN5865
La prima è la  Clematis Marjorie, e dalla foto ricavata da internet, sul catalogo del Plantentuil Esveld   sembra davvero interessante ed insolita, ha un che di antico, proprio come piace a me!
Clematis Marjorie
La seconda, di un azzurro cielo meraviglioso, si chiama “Blue Angel”, non fatevi ingannare, il fiore è fotografato nell’etichetta!!! 
DSCN5861
DSCN5864





















questa invece è la foto tratta dal sito Garden web Village, che dite non è bellissima??
Clematis Blue Angel
E l’ultima è la più difficile da pronunciare!!!! La Clematis Warszawska Nike,

DSCN5862
di un pazzesco color vinaccia, come dalla foto sul sito Crocus,  già la vedo arrampicarsi sul treillage lillino!!!
Clematis Warszawska Nike2

Vedremo l’anno prossimo se le aspettative saranno premiate. Non appena rinfrescherà un pò, le metterò a dimora con un pò di cornunghia per stimolarne la crescita!
Chiudo il post con  due piccole sorprese   trovate  ieri e oggi  fra la posta arrivata:  la prima è la busta della strepitosa Laretta, con tante piantine già radicate che, anche se avevano un pò sofferto il viaggio,  le ho subito messe in vasi e fra pochi giorni sono sicura di potervi mostrarne i progressi in foto, un fantastico DVD di video di Michael Jackson ( passione che ci accomuna  green_eyebrows  )  ed un bellissimo cuore di pannolenci  che fa già parte dell’arredo di casa, ed oggi la busta della nuova amica di Facebook, la dolce Elena, che ringrazio di “cuore” per avermi donato questi deliziosi pensierini: cuori e coccinelle portafortuna!! Un abbraccio grande a tutt’e due!!! emoticon-innamorate-05
DSCN5870
DSCN5872
7

Buon compleanno Josie!!!!! - by tyziana

Alla più dolce
alla più cara
alla più bella
alla più matta
alla più divertente
alla più affettuosa
alla più generosa
alla più elegante
alla più tesora
alla più gattosa
alla più sportiva
alla più strepitosa
alla più Paolomaniaca
mando tanti tanti auguri di BUON COMPLEANNO!!!!!!!!


7

Sardegna o Scozia? - by tyziana

DSCN5620
E’ quello che mi sento dire sempre da Josie, quando le mostro le foto del mio giardino!!!
In effetti, dopo i mesi estivi, un luglio incandescente  ( le temperature hanno raggiunto anche i  40°!! )  ed un agosto altrettanto caldo, è arrivato finalmente settembre, con  temperature ben più miti e meno ore di sole,  e,  anche se dalle nostre parti la pioggia si fa ancora aspettare, a volte capita di  avere giornate un pò chiuse, con  il sole nascosto da qualche nuvola un pò più consistente,   che crea una luce particolare in giardino, restituendolo in foto  con un aspetto lussureggiante e verdissimo!
DSCN5625
DSCN5617
Così mi è capitato la scorsa settimana di rientrare a casa all’ora di pranzo per innaffiare il giardino, dato che abbiamo le restrizioni dell’acqua qui al villaggio  ( se non arrivano le piogge autunnali saremo presto nei guai!!! green-confused )  e  dunque, afferrata la macchina digitale, ho scattato un pò di  foto  in giro per il giardino.
La Salvia Ianthina, alla sua terza fioritura, arrivata ormai oltre il metro  d’altezza, dopo verrà opportunamente potata per stimolarla ad accestirsi nuovamente
DSCN5613
poco lontano sbocciano i primi fiori del fiore tipico settembrino, l’Aster cordifolius, di cui non ricordo il nome preciso, dato che è  stato sostituito a quello da me scelto,  quando lo acquistai a Milis in primavera dall’Erbaio della Gorra,  ma che trovo davvero delizioso
DSCN5633
immagini color pastello dal Plumbago  capensis  e dalla Podranea ricasoliana “Contessa Sara”  che  fanno capolino dalla recinzione
DSCN5648
 DSCN5649










DSCN5653
Prime bacche in giardino, dall’albero dell’Eugenia myrtifolia, appena colorate di rosa, hanno ancora i  toni delicati,  ma presto si accenderanno di un chiassoso color fucsia
DSCN5654
DSCN5658




















e dall’altro maestoso albero, lo Schinus molle, preannunciano un coloratissimo  autunno
DSCN5689
DSCN5674



















concludo il giro del giardino col pratino di lato della casa, che trasmette davvero un’ immagine  più scozzese che sarda
DSCN5695
DSCN5699
Oggi abbiamo però avuto ancora una domenica soleggiata e la musica cambia, si ritorna in Sardegna, con  immagini brillanti e solari!! MIKIO125
L’aster cordifolius  è sbocciato in pieno, creando nuvole azzurro cielo  che sorprendono appena svolti l’angolo  dietro il callistemon
DSCN5784
DSCN5783










DSCN5803
ma c'è anche la bellissima la fioritura dei Sedum, con  “Autumn Joy”, a cui ho affiancato,  traendo ispirazione dalle immagini dello stand del Gorra di Murabilia dello scorso settembre, un Eragrostis spectabilis, che ha le infiorescenze come  piccoli chicchi dorati  che  ingioiellano  la bordura tutto intorno
DSCN5838
DSCN5833
mentre al  Sedum Matrona” , che  fa bella mostra di sè poco più in là,  ho accostato una piccola Stipa tenuissima Pony Tails”
DSCN5382
DSCN5381 DSCN5391




















Chiudo con la fioritura effimera della bellissima siepe che abbiamo creato con un Hibiscus bianco crema a  fiore doppio, una delle poche piante sopravvissute che abbiamo trovato in questo giardino quando siamo venuti ad abitare qui al villaggio,  e con cui ho aperto il post.
Notte notte!! PIETRA188
DSCN5410
DSCN5399
5
Back to Top