Voglia di sole!! - by Delia



Pioggia, pioggia, pioggia.....non ne posso più!
Anche se le temperature tutto sommato sono gradevoli, piove ormai da diversi giorni, un piovere leggero ma quasi incessante....mi è venuta voglia di sfogliare il mio album di foto, ed ecco che trovo alcune immagini che mi infondono positività, e che scaldano



I raggi del sole sono stati catturati e intrappolati, creando giochi di luci e di ombre tra le foglie e tra le infiorescenze. Chiudo questa piccola parentesi con un curioso fungo che sembra un cuore, e lo dedico a chi oggi mi ha regalato un pensiero facendomi gli auguri!!
6

Auguroniiiiiii!!! - by tyziana

Un abbraccione e tanti tanti auguroni di buon compleanno alla mia adorata sorellina Delia che oggi diventa una  anno più grande!!!
Ho pensato a cosa potessi inserire come foto o video in questa occasione e credo che questo ti faccia piacere…….un giorno forse anche noi avremo un giardino così!! 
Auguriiiiii!!!!!!!

6

Bruchi artisti - by Delia

Si sono proprio sbizzarriti...e anche nutriti bene!!! Credo siano bruchi di Cavolaia, mi stanno decimando tutte le foglie del cavolo toscano!
Però hanno ricamato alla perfezione, e quella foglia gialla contrastante completa il bel quadro.
Ecco a voi....il capolavoro!




7

Il giardino dei sogni - by tyziana

155602_158279464215171_100000993563544_274827_7132990_n
Sembra una cartolina di natale,  un giardino dei sogni,  invece  è  realtà ed è il giardino della mia nuova amica Laurence.
7

La mia adorata Hydrangea arlecchina!! - by tyziana


DSCN7088
Continuano le sorprese nel  mio giardino!!! 
Quando ormai penso che non ci sarà più niente da dire fino a primavera, ecco che lui sfodera il suo fascino e  mi stupisce con i suoi effetti speciali.
Ieri,  al mio rientro a casa in pausa pranzo, trovo   la mia Hydrangea quercifolia “Snow Queen” in una spettacolare veste autunnale!  Sembra quasi il costume di Arlecchino, per quanti colori  presenta in questi giorni!!
DSCN7062
La aspettavo da un anno e mezzo, da quando cioè la acquistai nel marzo del 2009  a Milis, in occasione della manifestazione primaverile, dal  Vivaio  Paoli Borgioli
DSCN3016
e seguendo i  consigli della Signora Rita Paoli, che ringrazio davvero  tanto, sono riuscita ad avere una bella fioritura in primavera
DSCN3020
ma il suo pezzo forte lo riserva  in autunno,  quando mostra le sue belle e grandissime foglie in un mix di molteplici colori  ( per ingrandire le foto cliccateci sopra  Winking smile )
DSCN7071
DSCN7069
DSCN7075DSCN7088










DSCN7083
bellissime e da mozzare il fiato!!! 
Ed ora vi lascio con un piccolo video girato sempre ieri in giardino.  Ebbene sì l’autunno è arrivato e il prato si è riempito delle mille foglie  dei miei due ciliegi!
Stanotte la temperatura al rientro a casa era di soli 4 gradi!!  Brrrrrr……..
5

Niente titoli.... - by Delia

Non lo conoscevo bene....ma chi invece gli stava vicino racconta che era sempre lì, nel suo orto, a veder crescere le sue creature, a sperimentare, oppure a dar da mangiare ai suoi animali, comunque sempre all'aperto.
I dolori c'erano, per carità, ma lui non si lamentava, uomo forte d'altri tempi.
A vederlo non lo avresti creduto, piccolo di statura e dai lineamenti dolci, ma con una tempra da far invidia a chiunque ai nostri tempi, contadino generoso e conoscitore della terra.
Beh, oggi io ti dedico il mio primo pensiero, caro Ettore, coltiverai altri orti, adesso....ciao!
1

...la domenica al villaggio da me! - by Delia

Uffa, questa domenica sono andata alla mia casa col giardino al villaggio piena di buoni propositi (pulirlo, spostare piante, piantare bulbi...), ed invece diluviava!!


Ho avuto giusto il tempo di fare due scatti, ed inghiottire l'amaro pensiero che dovevo aspettare un'altra settimana prima di poter fare qualcosa.
La pioggia disturbava un po', anche i gatti ovviamente, che per una carezza mi spostavano la digitale facendo uscire le foto mosse...poveri!

Comunque, non potevo per esempio perdermi lo spettacolo autunnale del melograno, atteso da settimane, un giallo oro che illuminava il grigiore della giornata e del mio umore.
Già dalla scaletta in granito che porta all'orto la visione è spettacolare, con la Lavandula Pinnata in fiore che fa da contrasto ed un cielo plumbeo da far schifo!
Poi, eccolo, in tutto il suo splendore..... peccato sia sterile, in sette anni non ho mai visto un frutto!





Accanto ai melograni una piccola bordura nata l'autunno scorso comincia a dare buoni risultati, con la Felicia    amelloides in fiore che fa tantissima allegria, e una nerina rosa.
Ma, anche se si notano poco, ci sono anche delle iris barbata, Lavandula Hidcote, euphorbie, stachys e un Origanum aureum, e poi tante, tantissime infestanti!!! 

C'è anche una rosa che mi sta a cuore, la Astronomia, 
piccola ma tenace, sicuramente in primavera esploderà regalandomi tante farfalle rosate che mi ricorderanno la mia cara amica...
Sull'altro lato, ai piedi della scaletta, un'altra bordura ha bisogno di un po' di manutenzione....sopra il muretto, le fragole e i giunchi, in basso iris barbata, malvarosa, geranium e lavande e un prato rustico da tosare!!!!


Purtroppo il mio giro finisce così.... attenderò altri sette giorni prima di poter rivedere il mio giardino, nel frattempo programmo spostamenti e trapianti....alla prossima!





3

Il sabato del villaggio - Autunno nel paradiso di Delia - by tyziana

DSCN6955
Mettetevi comodi, ci stiamo tutti, nella nostra panchina virtuale, devo raccontarvi un sabato d’autunno al villaggio.
Dopo un temporale notturno coi fiocchi, la mattina mi sveglio un pò più tardi ( finalmente! )  convinta che la giornata sia da buttar via, apro le persiane e con mia sorpresa scopro che  invece si presenta soleggiata e serena!!
Tempo perfetto per piantare la bella rosa Rhapsody in blue appena arrivata dalla lontana Imghilterra. Mi occorre un pò di concime e su indicazioni di Delia, vado a casa sua qui al villaggio a prenderne un pò del suo.
13

Un anno al giardino medievale di Torino (3^ parte) - Il Giardino dei Semplici

 
Ecco che il cancello si è aperto! Il giardino medievale è di nuovo tra voi!
E il reportage si arricchisce delle prime foto 2010 del Giardino dei Semplici  che sono l’antipasto (spero gustoso) dell’Orto e del Gran Finale con il 2010 nel Giardino delle Delizie. Ecco tutto d’un fiato il racconto del passato, del presente e del futuro.
Il giardino dei semplici è piccolo (circa 6x6m) e la struttura originale non l’ho mai modificata, ma solo…impreziosita e arricchita
Le 4 aiuole a forma di L sono delimitate da lastre di pietra e formano un quadrato al cui interno c’è il prato e un’aiuola centrale. 
 
 Giardino dei semplici nel mese di marzo 2006
Altra visuale sempre marzo 2006
In origine le  piante coltivate erano principalmente aromatiche comuni (Rosmarino, Salvia, Timo, Lavanda, Rafano)
 
  Aiuola di Rafano e Dragoncello - estate 2005
Ora ci sono un gran varietà di officinali oltre che tessili e tintorie, piante magiche e simboliche . Dal 2005 ad oggi hanno fatto il loro ingresso (senza più uscirne) Santoreggia (Satureja montana), Abrotano e Assenzio (Artemisia abrotanum e A. absinthium), Issopo (Hyssopus officinalis), Erba di San Pietro (Balsamita major), Levistico o Sedano di montagna (Levisticum…), Elicriso o falso curry (Helycrisum italicum), Prezzemolo riccio (petroselinum crispum) Carvi (Carum carvi), Lino (Linum usitatissimum), Dittamo (Dictamnus albus), Marrubio (Marrubium vulgare) e molte altre.
Un mix di artemisie (A. camphorata, A. pontica, A. abrotanum)


 
Assenzio e Isatis tinctoria

Camomilla dei tintori

  Betonica (Stachys officinalis)


Erba di San Pietro (Balsamita major o Tanacetum balsamita)


Marrubium


Sedano di montagna (Levistico)
 Lino (Linum usitatissimum)


Quest’anno ho convissuto con 73 specie diverse (più le solite 6-7 intruse non previste, ma sempre ben accette!) e alcune new entry  2010 tra cui la Mandragora. 
Una "baby" Mandragora (foto by bambù)

 
Prese, riprese, spostate, moltiplicate, divise, perse, ritrovate: hanno proprio visto di tutto le mie piante “semplici”. Forse è perché sono così apparentemente comuni che ogni anno mi stupisco di quanto siano belle e di quanto è bello valorizzarle e farle conoscere ai visitatori. Anche per questo è sempre un terremoto e poi mi sento in dovere di mettere nei posti d’onore piante diverse ogni anno. 

Anche se le aiuole sono facilmente accessibili ormai so dove una pianta cresce meglio e dove no e dove cade per primo l'occhio del visitatore; oltretutto sul giardino incombe l’ombra di un platano, un carpino e un fico….e non tutte le aromatiche sono così felici di questa compagnia, quindi è giusto farle ruotare e se un anno soffrono un po', quello successivo tornano sul palcoscenico!

Il 2010 è sicuramente stato l’anno della Salvia Sclarea, 
E' una presenza fissa, ancor più da quando si autodissemina e si cerca il suo spazio senza timori reverenziali. Alla fine ce l’ha fatta! Si è presa il posto d’onore!
 
...anche in vaso

  
...nelle fotografie 


nel cuore dei visitatori (oltre che nelle mani, visto che i suoi semi sono stati regalati e distribuiti...vero Bambù...?? :-D)

Per la cronaca il 2009 è stato l'anno della Pimpinella (Sanguisorba minor) che in questa foto non rende quanto vorrei ma vi suggerisco di soffermarvi sul suo portamento, sulle foglie composte, sul fiore...non riesco a trovarle difetti! (e per chi non lo sapesse la fogliolina ha un delicato retrogusto di cetriolo apprezzato persino da chi non ama questa verdura)

L’aiuola centrale, in origine con un vaso di rose selvatiche davvero spaventoso (ahimè manca documentazione fotografica), ora ospita un bel cespuglio di melograno (pianta simbolica che al Borgo è presente anche sotto forma di ... “ferro battuto” in mezzo a una fontana, proprio come il modello originale copiato dal castello di Issogne in Vale d’Aosta) 
 
Giardino dei semplici ad aprile 2010 con aiuola centrale di Melograno

Alla base del melograno c'è un cuscino di stellina odorosa (Galium odoratum o Asperula odorata) che è partita per il suo viaggio nel "lontano" 2006 da questo vaso.
e ora occupa tutta l'aiuola con un fitto intrico delle sue foglioline a forma di stella e i corimbi di fiori bianchi delicatamente profumati.
Non è un caso che ora sia nell'aiuola centrale: la stellina odorosa è un po' anche la pianta simbolo del mio "viaggio" nel giardino medievale e ci tengo a darle uno dei famosi posti d'onore...sempre!
 

La vecchia ceppaia di olmo (ma che ci faceva lì ??) ci ha salutati per dare spazio a un alberello di nespole europee (puchu in piemontese…voi come le chiamate??)

 .
e alla sua base ogni anno tornano le viole mammole (Viola odorata) con le prugnole (Prunus spinosa)

Una panca in mattoni un po’ dissestata dal 2007 ha ripreso i suoi spiriti e con un po’ di erbetta sopra fa una discreta figura, ancor più ora che la Cimbalaria si è impossessata del muretto che le fa da schienale.

 

Quattro vasi di menta sono stati i primi che ho inserito nel 2005. Per un bel po’ sono rimasti sempre gli stessi, poi ho studiato e scoperto che nel Medioevo proprio le aromatiche erano quasi le uniche piante a essere coltivate in vaso.

Il 2010 dunque è stato anche l’anno dei vasi: ora ce ne sono più di 30, ho cercato forme antiche (ad anfora, esagonali, finementi lavorati) e li ho inseriti in modo casuale, ma non troppo, nel giardino. Sono stati molti utili per valorizzare alcune aree e si sono dati manforte a vicenda.

Vasi nella zona della vasca in pietra tra l'orto e il giardino dei semplici
 
Altri vasi sul muretto in mattoni del Giardino dei Semplici (Non solo aromatiche ma anche fioriture stagionali). Il vaso grigio alto e stretto è stato il più apprezzato tra le novità!


 
Una pianta di fragoline di bosco in un vaso ad anfora

Ho colto anche l’occasione per sperimentare le “mostre temporanee” in vaso. Da dove cominciare se non dalle….mente. Tra le più particolari vi segnalo Mentha cervina, Mentha spicata variegata, Mentha rotundifolia, Mentha suaveolens, Mentha citrata (tutte taleate…quest’estate, divise..quest’autunno e pronte per gli scambi!!!). 
Mentha rotundifolia
 
 Una giovane menta in vaso


Ecco alcune foto delle aiuole di questo 2010

Aiuola con Marrubium, Helycrisum, Hyssopus, Ballota, Thymus, Tanacetum, Sclarea
Aiuola con Santolina, Origano, Aglio cinese e sullo sfondo Assenzio e Rafano
Altra parte della stessa aiuola con Calendula, Finocchietto selvatico, cardo e ruta
(Foto by bambù)
Prima di concludere ancora uno spunto: il giardino dei semplici è quello che più si presta alle attività con le scuole e coi ragazzi. La sorpresa di un profumo, strofinare una foglia ruvida o delicata, l'incontro con una pianta dal nome strano e di altre con storie affascinanti; tutto questo è uno stimolo per me che cerco di comunicare e divulgare questi aspetti e spero sia uno stimolo anche per bambini, ragazzi, insegnanti che scoprono molte piante che trasmettono e comunicano...molto più di me!


Ma cosa si vede in lontananza?? Sembra una casetta....

..e si trova nell'orto!! E' proprio il capanno dell'orto 


Sarà il protagonista del prossimo post insieme a verdure, pollai e i "famosi" supporti per le piante, come quello su cui cresce questo fagiolo rampicante!
11
Back to Top