Il giardino trascurato…. - by tyziana

DSCN0400
Come ho scritto in precedenza, impegni di famiglia e di lavoro mi tengono ultimamente lontana dal giardino, e questo mi crea un senso di disagio  e non pochi sensi di colpa.
Ci sarebbero tante, troppe cose da fare ma il tempo è tiranno!!
Il Glicine che ti bussa alla porta di casa, lanciando i suoi tralci fino all’entrata, e perde tantissime foglie che ogni giorno andrebbero raccolte
6

Vitozza: la casa è il bosco–by Josie


Esisteva un tempo in cui le vie di comunicazione non erano veloci nastri di asfalto, ma passaggi protetti, scavati dalla mano dell’uomo.
Quanti colpi nel tufo, quanto sudore. Siamo nelle Vie Cave, nella zona della bassa Toscana.

Esisteva un tempo in cui la Natura non era qualcosa di lontano dalla vita di tutti i giorni, da raggiungere nei week end per riprendere fiato.
La Natura era la Casa.

Vitozza non era un vero e proprio borgo, erano caverne scavate nel bosco. Il terreno tufaceo agevolava le mani dell’uomo.

Non si pensi alla preistoria, queste erano ancora abitazioni nel XVIII secolo. Le imboccature erano chiuse con altri materiali che oggi non ci sono più, restituendo più netta l’immagine della caverna.

Alcune erano su più livelli, con delle piccole aperture di collegamento. All’interno tracce di focolari, le zone dove si conservavano le granaglie.


A Vitozza vi sono numerose caverne, le une vicine alle altre. Ai piedi del piccolo altipiano rivestito dal bosco scorre ancora un corso d’acqua. Erano strutturate come una sorta di condominio orizzontale, nella parte superiore gli alberi lasciano spazio a quelli che ora sono prati aperti, una volta probabilmente erano coltivati ad orto.

Vi sono resti di due rocche e di una chiesa.

Sarebbe piaciuto a Thoreau, questo posto.
“Quando ho bisogno di ricreare me stesso, vado in cerca della foresta. Qui risiede la forza, la quintessenza della Natura”
Quando abbiamo perso la capacità di vivere in equilibrio con la nostra madre Terra?
Camminare in quel luogo dà una sensazione ancestrale.
Qui ci sono già stata. Qui voglio tornare.
3

Ma quanti picchi quest’estate??? - by tyziana

DSCN0108
Ancora in trincea contro il caldo e la siccità! Ma di quanti picchi di caldo si è parlato quest’estate qui in Sardegna?
Ormai ho perso il conto!!

Parlo di Sardegna, badate bene, perchè in altre parti d’Italia la musica è ben diversa!

Proprio ieri i notiziari parlavano dell’ennesima emergenza alluvione, stavolta in Toscana, dove si parla di una “ bomba d’acqua” che in poco tempo è scesa sulla città di Firenze e zone limitrofe, causando danni a non finire!

Situazione ben diversa, dicevo, qui in Sardegna. Siamo alle prese con un altro infinito week end bollente, ma che dico bollente…..Sahara! Avete presente il deserto??
Ecco quel caldo lì, ma con in più un alto tasso di umidità appiccicoso e intollerabile!

Ed in questa situazione che faccio, se non rintanarmi in casa nelle ore più calde, aspettando di poter uscire ma solo  con la possibilità di innaffiare a pieno ritmo il giardino, per la sopravvivenza sua e mia! Winking smile
E, stranamente, anche in queste situazioni così estreme, le rose hanno il coraggio di fiorire!!
Una bella sorpresa quella di oggi,, con la rosa 'Gruss an Aachen' che coraggiosamente si è presentata in questa veste fresca e rilassata, chi l’avrebbe mai detto??

DSCN0109
DSCN0107

Fioriva nei giorni precedenti anche la Rosa ‘Arethusa’, splendida cinese dal caldo color camoscio

DSCN9820
Anche la rosa ‘Belle Vichyssoise’ si annovera fra le coraggiose
610
L’Oscar   fra  le “the brave”  continua a vincerlo  la bellissima rosa ‘William Morris’ che non ha mai smesso di fiorire in questa lunga estate calda

DSCN0057
Continua dunque la lotta per la sopravvivenza in giardino, anche se dalle immagini non si direbbe, ma ci sono stati comunque fallimenti e mancate fioriture, tante cose da correggere nelle prossime manovre d’autunno,  quando arriverà.

Prosegue la fioritura degli aster ed oggi la situazione era anche più bella, sono riuscita a fare alcuni scatti molto interessanti

DSCN0092
DSCN0145
Aster in ogni angolo del giardino, daltronde questo è il loro momento!
DSCN0147
Ma settembre è anche il momento dei Sedum, questo S. spectabilis variegato è un sogno!

DSCN9994
DSCN9997
Chiudo con alcune immagini del giardino, che spero possano far capire quanto lavoro e quanta fatica c’è dietro, per poter avere un effetto simile, con le condizioni così difficili  ed estreme che abbiamo sempre in estate qui in Sardegna rispetto ad altre zone molto più fortunate

DSCN0122
DSCN0133
DSCN0159
DSCN0154
Buona domenica a tutti! Winking smile

Firma post
3

Ma che combinazione!! - by tyziana

563973_3943782478332_96244315_n
Quando ho visto per la prima volta questa foto fra gli album di Facebook del mio amico Mario Mariani, scattata anni fa nel suo vivaio Central Park, ho pensato alla perfezione!

Pur non trattandosi di Aster, ma di Erigeron Phyladelphicus, trovo perfetto l’abbinamento con la graminacea, in questo caso una Stipa tenuissima.
Perchè è di abbinamenti con gli aster che oggi vi voglio parlare! Winking smile
Chiamati anche popolarmente “settembrini” poiché fioriscono in questo mese,  trattandosi di piante facilmente riproducibili da talea, in giardino li ho piantati in diversi punti e con diverse combinazioni alcune riuscite altre ancora in fase di sperimentazione.
In quasi tutti i casi si tratta di un Aster ricevuto anni fa con gli scambi fra amiche a Milis, dalla mia amica Roberta, e non avendo mai avuto una precisa identificazione, l’ho sempre chiamato l’Aster di Roberta.
In via sperimentale, qui è ancora in vaso, l’ho abbinato al grigio delle foglie appuntite di un Ginepro ( Juniperus communis )

DSCN9918-001
In questo caso invece è abbinato ad una Lonicera nitida ‘Baggesens Gold’ e la luce delle sue foglie lo illumina, amo questa combinazione!DSCN9929
DSCN0092
infilato in mezzo ad una Rosa Canina, le cui bacche ancora non sono del tutto colorate

DSCN9924
DSCN9923
Questo, invecem è un Aster ageratoides, proveniente da talee del mio amico Michele, del blog ‘Le Paradis des papillons’, si abbina magnificamente ad un Trachelio caeruleum che sorprendentemente  rifiorisce in questo periodo!
Ditemi se non sembra fatto di pizzo!
DSCN9941
DSCN9939DSCN9934
Per chi ama i colori forti,  un minuscolo Aster cordifolius  si affaccia timidamente al di sopra di un’Ipomea Batatas ‘Sweet Caroline Raven’

DSCN9949

o l’Aster sconosciuto, regalo della mia cara amica Michelina, molto somigliante a quello di Roberta, anche in questo caso abbinato all’ipomea batatas
DSCN9998
DSCN0020
DSCN0041-001
Si può scegliere di abbinarli ad una bellissima Begonia grandis subsp. evansiana 'rosea'
DSCN0028

DSCN9954
oppure ancora, un Aster ceruleo, ibrido de Le Paradis de Papillons, abbinato ad una Rosa ‘William Morris’ ed una Buddleia ‘Buzz Ivory’
DSCN9894
DSCN0072-001

Una delle combinazioni che più amo è quella degli aster con gli Anemone japonicum, e pur non essendo, in questo caso,  coincise del tutto  le fioriture,  anche con gli steli ormai senza petali non sono niente male!

DSCN0007
DSCN0009
Le più belle associazioni restano in ogni caso quelle fra gli aster e le graminacee, qualsiasi specie o varietà.
Il colpo d’occhio, come nella foto iniziale, è sempre affascinante e sorprendente!

Nel mio giardino l’aster insieme al Carex buchananii ‘Viridis’ è davvero interessante e carino, da qualsiasi angolazione scatti la foto! Winking smile
10626605_10204280720812418_5006767975382502755_n
DSCN0013DSCN9930
DSCN9876
Oppure………….si può scegliere di abbinarli alla felicità di una piccola gatta che esplora per la prima volta il giardino!! =^..^=
DSCN0043
DSCN0016
DSCN0018
DSCN0032
DSCN0035
Firma post
5
Back to Top