Combinazioni in ciotola - by tyziana

IMG_201604119_105528

Probabilmente quando leggerete questo post io sarò già in viaggio.
In volo verso la Toscana, perché in questo weekend le tre “furigheddose”  si riuniranno ancora una volta! ^^

Io, Delia e Serena saremo di nuovo insieme e in giro per giardini ed altro! Raccoglieremo ancora tanto materiale da mostrarvi prossimamente qui sul blog!

Ma….nel frattempo…..cosa lasciare da leggere alle nostre lettrici ed ai nostri lettori?
Ci ho pensato su e, nonostante abbia un aereo da prendere di primo mattino eccomi qui a scrivere un piccolo post.

Molte amiche mi chiedono consigli per abbellire con piante o rose un semplice balcone o terrazzo.
Stavolta vorrei parlarvi di una combinazione di piante in una semplice ciotola di terracotta.

Margaret Mee: in canoa per dipingere la flora dell’Amazzonia–by Josie

f1e4c87e959e2e0ce14f961878175765
La piccola Margaret Mee, o Peggy come la chiamavano le due sorelle e il fratello, ogni giorno attraversava la campagna inglese per andare a scuola a piedi. Aveva modo così, tra le chiacchiere di bambini, di osservare la natura da vicino.
Grazie all’influenza della zia pittrice che aveva studiato presso una scuola fondata da una delle prime femministe inglesi,(immaginate, in un momento storico in cui alle ragazze era concesso di fare.. più o meno niente!), da ragazzina tredicenne, Margaret andava a curiosare fra i libri della biblioteca della scuola, dove, invece dei testi classici, si appassionava ai racconti di Charles Kingsley. Lui le aveva fatto scoprire il nome di un luogo magico: l’Amazzonia.

La vie en rose… - by tyziana

26498884942_b8608c0ace_o

Audrey Hepburn, citando questa vecchia canzone del  1945 cantata da Edith Piaf,  nel film “Sabrina” diceva che era un modo di dire dei francesi che significava:
"sto guardando il mondo con gli occhiali colorati di rosa"

Ed è proprio quello che sta succedendo nel mio giardino, che improvvisamente si colora di rosa.
O meglio, di rose!

Curcuma e zenzero, l'oro che fa bene - by Delia


Non abbiamo mai affrontato l'argomento delle spezie nei nostri post, eppure riguardo la nostra salute svolgono una funzione decisamente importante. Sono tante quelle impiegate in cucina, in Italia le piu comuni sono pepe, cannella e zafferano, ma in questi ultimi anni, con la presenza di etnie diverse l'impiego di spezie si è ampliato. Ed ecco comparire coriandolo, cumino, curry, curcuma e zenzero.
Vorrei concentrare l'attenzione su queste ultime due, che ultimamente sto utilizzando abitualmente, e descriverne caratteristiche e proprietà, ma non solo... potrebbero pure essere coltivate come piante da chiunque, coi dovuti accorgimenti.
Sarò riduttiva nella descrizione delle loro proprietà, poichè in rete si trovano dei siti in cui se ne parla in modo più esauriente.

La prima aquilegia–by josie

aquilegia viola
Quando ero bambina, devono essersi accorti presto che la memoria non era il mio forte.
Così mi hanno regalato il “memory”..non so se l’avete presente, quel gioco di carte che si disponevano sul tavolo con la figura coperta e man mano che si scoprivano, bisognava abbinare le coppie di figure.
Il problema fu che mi regalarono un memory coi disegni di fiori… (poi uno dice come hai fatto a fissarti così coi fiori.. non è colpa mia, ma di chi mi ha regalato il memory!)
Una di queste carte, questo me lo ricordo bene, rappresentava un’aquilegia viola.. da piccina mi dicevo “Che fiore strano è mai questo che pare abbia le gambine?”

Arti noa: temi verdi


Non posso scindere la mia passione per il giardinaggio dalla mia nuova veste Arti noa, è insita nel mio essere, quindi quando creo nuovi oggetti la mia immaginazione punta sempre su temi verdi.
Paesaggi, fiori, erbe, e ora orticole... mi lascio guidare dall'onda.

peter fudge: un tessitore del verde–by josie

948e2bdf3946d532d59d34bfb7f2d785
Peter Fudge è un garden designer australiano che disegna giardini da più di 20 anni.
L’ho scoperto tempo fa curiosando in rete, mi hanno colpito in particolare due giardini da lui realizzati.
Mi comunicano un senso di pienezza ed armonia, ma la cosa che mi ha incuriosito è che non ci sono fiori, almeno nelle immagini che ho potuto vedere.
Tutto il discorso progettuale di Peter per questi giardini è incentrato sull’uso sapiente delle forme e delle sfumature di verde.

un tocco di prezzemolo–by josie

prezzemolo
Metti che il prezzemolo stia andando a fiore e che tu ti dica.. “Ehi! Carine queste ombrelle..”
Metti che trovi un paio di steli di Allium cowanii spezzati.. (grazie gatti-inseguitori di lucertole..)
Vuoi non dare una potatina a quel cespuglietto argenteo che cresce un po’ disordinato?
E che sarà mai togliere un paio di corolle alla nuvola dell’Iberis in fiore?

la mia giungla torna in tv–by tyziana


12962670_10208446620077296_2011349209_o

Ci siamo lasciati alle spalle un marzo per fortuna piovoso e ci affacciamo su un aprile già caldo e soleggiato! Le rose preannunciano una nuova gloriosa primavera e so già che rivivró la mia fiaba in giardino, come ogni anno!
Una fiaba che per la seconda volta ha attraversato una scatola magica chiamata televisione ed è giunta nelle case di tanti altri appassionati come me per trasportarli  nel mio giardino..
È andato infatti in onda ieri, per la seconda volta il servizio di Geo&Geo.. ancora si è ripetuto l'abbraccio collettivo dello scorso anno e ho rivissuto l'entusiasmo di chi ci ha scoperto e di chi ci segue da tempo!!

Elsa Beskow - by Delia




Da sempre ho una predilezione per le illustrazioni dei libri per bambini. La prima illustratrice (donna, quindi) l'ho conosciuta da bambina, con le piccole storie di una collana illustrate da Mabel Lucie Attwell ... lette e rilette, poi copiate le figure e mai dimenticate, nemmeno da adulta.
Back to Top