Il giardino in una busta - by Tiziana


Siamo noi, siamo quelle del "Giardino in una busta", quello che ( ricordate? ) ha affrontato un viaggio piuttosto lungo e tormentato a maggio ed è arrivato quasi indenne a Cagliari!

Sapete, le nostre colleghe piante, quando in passato Tiziana ha fatto dei viaggi in giro per l'Italia, per incontri con amiche e manifestazioni florovivaistiche, hanno sempre viaggiato strette in un pacco postale o costrette in valigia, chiuse in bottiglia o fra fogli di giornale.


Al loro arrivo un disastro! Soprattutto se viaggiavano in periodi di caldo torrido e poi, lo sappiamo, i corrieri non sono così delicati ed attenti con i pacchi postali, non sapendo cosa contengono non hanno un occhio di riguardo per noi povere piante!

Ma da quando, l'anno scorso dopo la Festa delle Erbe al Borgo di Rollo, Tiziana ha portanto in viaggio con sé una busta aggiuntiva col nostro collega Agapanthus, acquistato nello stand del grande Dino Pellizzaro,


e portato a casa incolume dopo il viaggio, ha preso coraggio e ci ha fatto affrontare un lungo cammino durato circa una settimana!

Dopo averci scelto fra le tante piante esposte ad Orticola 2019, abbiamo viaggiato dapprima in auto fino a Legnano e stavamo così bene nel giardino di Ada, con una leggera pioggerellina che ci nutriva e rinfrescava.....

ma poi il soggiorno a Legnano finiva e dovevamo ripartire verso Pontremoli, in Toscana, per andare a trovare l'amica Gabriella.
Ci ha dunque caricato in una bella busta capiente da supermercato e via in auto verso la stazione!

Ma....un drammatico incidente ha impedito che Tiziana prendesse quel treno per Milano, quindi di nuovo caricate in auto e di corsa verso Milano per prendere la metrò rossa e poi la metrò verde per arrivare alla stazione centrale, da dove abbiamo preso un treno per Parma e poi un altro per Pontremoli.

Il soggiorno a casa di Gabriella, nella sua veranda che si affaccia sull'appennino è stato per noi rinfrancante e ci siamo rinvigorite!


Non è durato molto! Infatti il giorno dopo avevamo una giornata pienissima di incontri!

Caricate nell'auto di Gabriella, siamo andate dapprima a Sarzana in Liguria, a trovare prima l'amica Ida, con visita guidata nel suo orto/giardino, poi di corsa verso La Spezia per un pranzo appetitoso e veloce nella splendida casa di Donata. Anche qui un bel tour nel suo giardino ricco di fiori, che lei utilizza per le sue splendide composizioni floreali, di cui abbiamo avuto modo di vederli decorare alcuni angoli della casa.

Noi stavamo chiuse in auto, ma per fortuna non faceva ancora caldo e non abbiamo avuto problemi. A metà serata però siamo dovute ripartire per andare verso Parma, per passare l'ultimo giorno a casa dell'amica Patrizia, dove siamo state per una notte in un bellissimo salotto decorato dalla padrona di casa!

Nel frattempo però, eravamo in buona compagnia! Ognuna delle amiche di Tiziana, infatti, ha deciso di farle dono di talee o piantine o semi da provare nel suo giardino.
Si iniziava a stare un po' stretti dentro la borsa! Lo ha pensato forse anche il micio di Patrizia

Il giorno dopo, la prova del nove. Bisognava capire se la compagnia aerea ci avrebbe permesso di partire felici verso la Sardegna, o se Tiziana avrebbe dovuto a malincuore lasciarci nelle mani di Patrizia per la spedizione per pacco postale.

Tutto a posto! I controlli in aeroporto sono andati benissimo ed anzi, i controllori al check-in si prodigavano affinché non ci stressassimo troppo nel nastro trasportatore.

Però....era troppo bello per essere vero!

Ahimé, il volo da Parma verso Cagliari è stato soppresso per un guasto tecnico e ci hanno caricato sui pulmann per trasferirci all'aeroporto di Bologna, dove avremmo dovuto affrontare un altro supplizio dal controllo dei metal detector.

Gli altri passeggeri, incuriositi e gentilissimi, si sono persino offerti di aiutare Tiziana a trasportarci indenni, ma lei è stata stoica e ci ha trasportate facendo la massima attenzione! Dopo i controlli è finalmente riuscita a salire sull'aereo, ma....il posto affidato in aereo era vicino ad un'uscita di emergenza, quindi è stato chiesto ad un altro passeggero di cambiare posto con Tiziana e permetterci di viaggiare tranquille fra i sedili.

Il volo per Cagliari è andato benissimo, Tiziana ha anche chiacchierato con la vicina di posto, che le ha raccontato di avere un giardino pieno di rose e finalmente siamo potute arrivare indenni nel suo giardino!





Ancora non riusciamo a capire come Tiziana sia riuscita, nonostante tutte le vicissitudini. a non spezzare le fioriture delle Aquilegie, che hanno subito chiesto di poter essere piantate fra i Chasmantium latifolium!



Adesso siamo qui, tutte, talee comprese, in attesa di trovare un posto nel suo giardino, ma siamo sicure che lei riuscirà a trovarlo e staremo benissimo! Che avventura!

2 commenti

  1. Bonjour Tiziana .Vous le conter bien votre voyage et avec beaucoup d'humour .
    Un voyage bien mouvementée mais que des beaux souvenirs dans tout les jardins d'amies et des petits bouts en cadeaux qui ne pensaient certainement de faire un voyage aussi remuant hi hi hi .....
    Ah le pauvre monsieur sous les rails bien triste de finir ainsi .
    OUF une pause sous la véranda avec un décor sublime et en effet le chat de votre amie se pose des questions .......pauvres plantes trimballer de métro vert et rouge .......Des contrôleurs bienveillants mais rebelote nouveau ennuis ah vous y tenez à vos petits bouts des plantes quitte à déloger un voyageur .....il st bien brave pour votre sac et vos plants qui résistent jusque chez vous et enfin elles apprécient de trouver ce merveilleux jardin des roses qui sont ravis de les accueillir .
    Vous allez à chaque fois avoir un regard particulier pour les petits bouts qui ont survécu à ce périple .
    Bravo pour votre article ce fut un régal de vous suivre dans ce merveilleux et mouvementée voyage .
    Amitié Tiziana .
    Emmanuelle

    RispondiElimina
  2. Où les aventures d'un cabas ( bien fourni ) enfin arrivé dans un havre de paix !

    RispondiElimina

Back to Top