Vivere l'estate in giardino - by Delia

Che si fa in giardino d'estate? Soprattutto in un giardino del Sud, dove le temperature diventano intollerabili.... credo che ciò che si fa è comune a tutti coloro che hanno e amano il giardino.
Posso dirvi ciò che faccio io. Poco o niente di faticoso, questo è sicuro, e di solito sono cose svolte molto presto o molto tardi nel corso della giornata. Diventano cose intime, lasciando la mente libera di vagare, magari canticchiando una canzone.....
3

Only the brave – le coraggiose! - by tyziana

DSCN6379-001
Incredibile ma vero!
Nonostante  il forte caldo e l’afa  di questi giorni,  in giardino ci sono ancora fioriture di rose!!
0

Col naso fra le pagine–by Josie

Un piccolo regalo per chi ci legge.
Immaginate di passeggiare sul bagnasciuga, e di trovare sulla sabbia una pagina di un libro che porta dentro di sè il profumo della macchia mediterranea e del mare.
ssssshhhh… a passi lenti…
“I posti che guardano il mare hanno da sempre qualcosa di più: sarà il forte contrasto tra il “fitto” e l’”aperto”, sarà l’orizzonte in rapporto all’avvolto, forse saranno gli odori, che sotto al mescolarsi delle raffiche dei venti vagano dal salato e grandioso profumo del mare alla fragranza insinuante dell’umido, del chiuso e dei funghi.
La macchia, figlia dell’ombra, ha un suo profumo speciale e non tutte le macchie “sentono” uguale: il profumo di quella ombrosa, di lecci, corbezzoli, viburnotini e allori è ben differente da quello della macchia assolata di rosmarini, cisti e origani..
Molte e grandissime querce da sughero crescono sparse e distanti: sono le più remote presenze del bosco. Rispettate e apprezzate per le loro leggere, generose e marinare cortecce, sono da sempre state trattate con considerazione e amore. I loro tronchi bellissimi, sia biondi e crespi (e non lavorati), sia scuri, “vinosi” e scortecciati, enormi e maestosi, sovrastano. [..]
Le foglie dei lecci appoggiate sul sentiero, rendono il passo morbido e silenzioso. A brevi intervalli, il canto acuto e fresco delle capinere, stanziali e vivaci, accompagna la visita. Il vento, con il suo elegante stormire, libero e frusciante, rende fragili e brevi le impasse di quel religioso silenzio, così austero e così antico.
L’ascolto del silenzio e il rispetto riguardoso dei posti sono privilegi sempre più rari, importanti e vitali: servono soprattutto a capire quel mondo grandioso e arcaico che ci ha preceduti.
Il ricchissimo bagaglio di vita antica, sincera, essenziale e dura di un tempo può essere ritrovato anche nel silenzio di un bosco: un viottolo coperto di foglie non è soltanto una trapunta morbida e profumata.”
(tratto da “Il vero giardiniere non si arrende” di Paolo Pejrone).
ikea sardegna 346 Cala Forno 027
spiaggia Collelungo 006
0

Artigiani al Giardino Corsini di Firenze –by Josie

Verso la metà di maggio mi capita sotto il naso l’annuncio di una mostra internazionale di artigianato in un giardino storico di Firenze. Dunque vediamo: artigianato = un monte di cosine carine da portarsi a casa (ma su questo punto avrò modo di ricredermi) e giardino = calamita difficile da ignorare. Mescoliamo i due ingredienti et voilà! Si parte per Firenze!
DSCN2125 DSCN2170
La mostra si svolge sia nel giardino, sia nelle ampie limonaie di Villa Corsini.
Il Giardino ha uno schema all’italiana nella parte centrale, fra le bordure di bosso sono in fiore molte rose e qualche peonia. Numerosi i vasi di cotto con diverse varietà di limoni ed agrumi…ahi! tocca battersi le mani per resistere alla tentazione di raccoglierli!
3

Summer & the roses - by tyziana

DSCN5255
E’  decisamente un’estate insolita  quest’anno!
Dopo una primavera molto piovosa fino ai primi di giugno, con l’arrivo dell’estate è arrivato anche il caldo, come ci si aspettava.
Sembrava che ormai le rose avessero terminato la fioritura,  invece con mia grande sorpresa,  la maggior parte di quelle presenti  in giardino hanno deciso di concedersi una seconda fioritura, regalandomi  spettacoli inaspettati!
Oggi poi,  è piovuto tantissimo, un acquazzone imprevisto che ha giovato sulle rose provate dal caldo e su tutto il giardino! ^^
9

Amo le Nigelle! - by Delia

annual plant from seed

Dicono che la Nigella Damascena sia una pianta di facile coltivazione, ma stranamente, pur avendola seminata varie volte, non riuscivo ad ottenere che un misero risultato, piante bassissime e fiori insignificanti, senza disseminazione successiva. Vedevo intanto i risultati nei giardini altrui, di mia sorella, di Maurizio, che addirittura ha creato un piccolo meadow di nigelle, delle amiche francesi e belghe.... e io mi rodevo chiedendomi il perchè di questi fallimenti. Adoro il suo fogliame leggero, come quello del Phoeniculum, ed è decorativa sia col fiore sia col baccello dei semi, così gonfio e caratteristico. Gli inglesi la chiamano "Love in a mist", perchè è una degna compagna di tantissime piante, anche se sta bene pure da sola a formare una grossa macchia di colore.
12
Back to Top