Teulada: Capo Malfatano – by Josie

In fuga dalla spiaggia della Tuerredda, in cui non ho nemmeno osato posar piede, essendomi già bastata la concentrazione abnorme di macchine parcheggiate a momenti anche sugli alberi, mi son detta.. ma ci sarà pure un posto esente dall’invasione di cavallette turistiche? certo che c’è, basta andare a Capo Malfatano, alle 11 di mattino col sole che picchia , illudendovi che il fazzolettino di cotone che avete in testa possa difendervi dall’insolazione.
Sinis e sud 347

La passeggiata inizia in mezzo alla macchia, raffiche di vento portano potente il profumo di mirto e di mare nelle narici, ci sono anche dei piccoli cespugli spinosi ricoperti di fiorellini bianchi, bisogna arrivare fino all’antica torre di avvistamento e controllo militare, costruita nel 1578. Gli arabi battezzarono questo sperone di roccia che strapiomba nel mare “Amal Fatah” che significa Capo della Speranza. Pare che nel mare di fronte a Capo Malfatano vi sia un antico porto sommerso, forse il Porto di Melqart, l’Ercole dei Cartaginesi, talmente grande da ospitare fino a 400 navi, la base d’oltremare per la flotta militare cartaginese (per chi è curioso, qui c’è un interessante articolo al riguardo: http://www.repubblica.it/online/cultura_scienze/mediterraneo/due/due.html )
Sinis e sud 379 Sinis e sud 358
lungo il tragitto i colori delle rocce, il cristallo dell’acqua sono un richiamo continuo
Sinis e sud 364
Sinis e sud 362 Sinis e sud 366
Sinis e sud 375 Sinis e sud 381
Da un lato si scorge il turchese del mare di fronte alla Tuerredda, ci sarebbe da tornarci in bassa stagione, perchè è stupenda!
Sinis e sud 383Sinis e sud 384
La torre inizia a intravedersi dopo la faticosa scarpinata, ancora qualche metro e davanti a voi si apre il Blu, il mare, manca il respiro dal colpo all’animo che riesce a dare
Sinis e sud 386 Sinis e sud 392
Sinis e sud 405 Sinis e sud 394
Oltre la torre, si scende lungo le rocce, finchè il buonsenso vi ricorda che non avete l’agilità di una capretta e che, con tutto questo caldo, sarebbe anche cosa buona e giusta andare a cercarsi un posticino meno battuto e tuffarcisi, finalmente!, in quel Blu.
Sinis e sud 414
Sinis e sud 418

3 commenti

  1. Sei una trottola! sei sempre in giro! ;)
    La Sardegna è davvero bellissima, condivido la tua passione per la mia terra, e tu hai appena cominciato a girarla, io la conosco quasi tutta, l'ho girata in lungo e in largo negli anni passati, non mi dispiacerebbe ricominciare a fare qualche escursione, magari in tua compagnia!
    Bellissima e suggestiva!
    Appuntamento anche quest'anno? ;)

    RispondiElimina
  2. I viaggiatori hanno occhi diversi, io mi faccio guidare dall'emozione del momento e dai sensi, e ne racchiudo il ricordo così. A te invece non basta, scavi, vuoi conoscere... per esempio mi era sconosciuta la parte storica della zona ad te visitata e della torre. Sto cominciando anch'io a non farmi bastare più i ricordi delle sensazioni ;)
    Detto tra noi: non riuscirei mai a fare le scarpinate che fai tu in piena estate, anche se ne vale la pena!

    RispondiElimina
  3. Ma ti pare che mi fai da cicerone in casa mia?bisogna che mi do una mossa!grazie Serena.

    RispondiElimina

Back to Top