In giardino senza fretta… - by tyziana

Foto cover

C’è un detto che dice: “La calma è la virtù dei forti”
La chiamano anche la “pazienza del giardiniere”, quella di saper aspettare il momento giusto, soprattutto per quanto riguarda le potature in giardino.

Siamo in pieno autunno ed ancora in giardino io ho fatto ben poco.
Complici le alte temperature registrate fino a pochi giorni fa qui in Sardegna ed un autunno che non voleva decollare, ma soprattutto la mancanza delle tanto sospirate piogge, ho rallentato i miei ritmi nella manutenzione del giardino.


In realtà,  gli anni scorsi,  già da metà ottobre, a causa delle pesanti restrizioni idriche,  mi arrendevo all’inevitabile e drastica decisione di potare tutto, fra erbacee, graminacee ed arbustive, per ridurre la richiesta di innaffiature delle piante.

Quest’anno è diverso, forse sono stata abile nel gestire gli innaffiamenti, la costanza nella cura di tutto il giardino in piena estate ed oltre, nonostante il perdurare della siccità, hanno fatto sì che anche adesso, in pieno autunno, il giardino abbia ancora qualcosa da dire!

Non  avere troppa fretta nel voler potare, significa ritrovarsi ad ottobre, in una assolata giornata domenicale, ad avere sugli steli sfioriti degli Agapanthus, che dopo la loro lunga fioritura estiva hanno mantenuto le capsule dei semi, un interessante effetto dorato, dato dal riflesso del sole

Foto 1


Foto 2

Riflessi anche sui rossi dati dai fiori dell’Abutilon e delle bacche dell’albero Schinus molle o falso pepe

Foto 13

Sempre in ottobre, la splendida fioritura delle Nerine bowdenii 'Alba' abbinate alle spighe di un generoso Plecranthus purpurea ‘Nico’

Foto 10a
Foto 9
Quest’anno  un’altra bella soddisfazione l’ho avuta dalla fioritura delle Acidanthera bicolor o Gladiolus murielae, mai fiorite finora dopo due anni dall’acquisto dei bulbi.
Ho deciso, infatti, di trasferire il vaso in una zona più esposta al sole e dopo un piccolo aiuto dato da un concime liquido a base di potassio, è tutt’ora in fiore!
Amo l’eleganza dei suo steli fioriti!

Foto 7
Foto 8
Foto 3

Non aver ancora potato, significa anche avere ancora la bellezza di certe forme particolari,  per esempio sempre gli Agapanthus  abbinati agli Aster ormai sfioriti

Foto 14
Foto 14a

insieme al Pennisetum Setaceum Rubrum,  che continua a fiorire con le sue spighe brunite

Foto 11

ed ai contrasti di foglie sotto il Pennisetum, con la Tulbaghia variegata ed il bellissimo Haloragis erecta ‘Wellington bronze’, nato dagli scambi di semi con il mio amico Maurice Laurent, noto vivaista francese,  durante il Seeds of Love del 2013

Foto 15


Ha permesso anche a molte erbacee di “invecchiare” con dignità, come questo Eupatorium coelestinum ed il  Sedum ‘Matrona’

Foto 5

Non ho voluto estirpare, ma in questo caso perché incuriosita dalla pianta, nata in un vaso sicuramente da semi trasportati dal vento, che in un primo momento sembrava un aster.
In realtà si tratta di una erbacea spontanea che nasce a bordo strada, ma l’ho volutamente lasciata andare a fiore e devo dire che la sua delicatezza non mi dispiace. Resta da scoprire di che pianta si tratti…
Foto 4

Per chi non lo conoscesse ancora, consiglio vivamente il Talinum paniculatum, una deliziosa succulenta annuale della famiglia delle Portulacaceae, che ha una leggerissima fioritura estiva con piccoli fiori rosa, ma in autunno le foglie si colorano di giallo e le capsule dei semi sono tante piccolissime palline decorative.
Spero tanto che si dissemini con allegria in giardino perché la trovo molto interessante! Winking smile
Foto 21

Siamo a novembre, qualche giornata di pioggia finalmente è arrivata ed il giardino tira un sospiro di sollievo!
Ancora verdissimo nonostante i sei mesi di siccità, ha assunto un aspetto lussureggiante ed ancora molto vivo, come si vede già dall’entrata, con l’esuberanza dello Schinus molle

Foto 24
Foto 23

Anche la Brugmasia suaveolens  è inarrestabile quest’anno! Non smette di fiorire e la dovrei potare!

Foto 25

Nella bordura fatta di vasi sul marciapiede fioriscono le Nerine bodwenii rosa  abbinate al Plecranthus ‘Mona Lavender’, nato da talee fatte in agosto e ad una Salvia farinacea, regalo del mio amico Tiziano, che ringrazio ancora tanto,  perché devo dire che ci sta proprio bene! ^^

Parola d'ordine
Foto 18

Dopo la pioggia, gli Agapanthus  conservano  il loro fascino

Foto 16

e gli Aster ‘Ezo Murasaki’,  ultimi a fiorire, ancora regalano qualche emozione insieme alla Deschampsia cespitosa ‘ Goldtau’

Foto 20a

Foto 27

emozioni che non avrei mai avuto se fossi stata troppo frettolosa nelle potature.
Ma fra qualche giorno mi darò sicuramente da fare.  Ho ancora tutti i bulbi da piantare!!! Winking smile

8 commenti

  1. C'è sempre magia nel giardino delle fate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lory tesoro!
      Ti ringrazio per il commento e soprattutto gli apprezzamenti e la condivisione del post!
      Sono felice che ti sia piaciuto!😍
      Nel prossimo post ti mostrerò che qualcosa l'ho fatta e cominciano a vedersi i frutti!
      Buon fine settimana!un bacio!
      Titty

      Elimina
    2. Sono incantata Tiziana dalle immagini del tuo regno fiorito.Sono una giardiniera maldestra ma piena di buona volontà e passione e sto imparando moltissimo da te!Grazie di condividere con noi tanta bellezza

      Elimina
  2. Bonjour Tiziana félicitations pour cet article un très beau travail et je vais commencer ma journée avec vous et votre dicton que je vais appliqué quand à la patience et oui il en faut au jardin et surtout dans votre région avec le climat sec et chaud vos noms de plante citer sont adaptées plus chez vous que chez moi mais quelques unes en commun le sédum ,l'Eupatoire votre connaissance et votre savoir est une mine d'or pour nous ,splendide vos photos et je vais mettre des graminées cette année au jardin vous me donnez envie.
    Votre rue est splendide typique des régions ici du midi .
    Ce fut un régal pour moi votre article et je vous remercie .
    Très belle journée a vous Tiziana .
    Emmanuelle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bonjour et mille merci ma chère Emmanuelle!! 😍❤
      Mi sei mancata tanto e sono lieta di leggerti e di averti allietato il risveglio del weekend! ^^
      È vero, non tutte le piante da me citate possono reggere agli inverni rigidi del nord della Francia. Ma d'altronde anche nei vostri giardini ammiro sempre piante che non potrò mai permettermi a queste latitudini! 😉
      Qui dopo diversi giorni di pioggia (finalmente quella vera! ) È tornato il sole ed il vento, ma si sono notevolmente abbassate le temperature!
      Ormai l'autunno è ufficialmente arrivato e dunque anche il momento di piantare bulbi, potare, seminare per la primavera prossima e fare pulizia nel pot ghetto!
      Mi aspettavo grandi manovre!
      Heureuse fin de semaine ma douce amie! Je suis trés contente de te retrouver!
      Mille bisous! 😘
      Titty

      Elimina
  3. Véronique Harel12 novembre 2016 11:31

    Magnifique, les couleurs sont merveilleuses. J'adore ton jardin Italien et toujours les chats présents. Bisous.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coucou ma chère Véronique! ❤
      Tu es si adorable comme mon chats! Je t'embrasse bien fort! Bon weekend!
      Bisous!😘
      Titty

      Elimina
  4. Marisa Mocciardini12 novembre 2016 18:40

    Non solo ha ancora qualcosa da dire il tuo giardino....può scrivere un affascinante romanzo....è emozionante guardare queste bellissime immagini....complimenti Tiziana la tua "giungla" è stupenda!!! Non aver fretta a potare.....

    RispondiElimina

Back to Top