Ceramisti ai giardini – Edizione 2012 - by tyziana

DSCN4721
Si respirava  Arte  a Cagliari  in questo week end!!!

Anche quest’anno  si è tenuta la tanto attesa  Mostra Mercato “Ceramisti ai Giardini” , alla sua terza edizione,  nella splendida cornice dei Giardini Pubblici di Cagliari.
Avevamo scritto un post anche lo scorso anno io e Delia.

DSCN4678
Ci organizziamo ed insieme alle amiche Barbara e Franca, e in compagnia di Mirko,  ( alcune delle foto sono sue  Winking smile  )  siamo stati lì sabato mattina, in una giornata calda e assolata.

I primi stand  che abbiamo visitato sono stati quelli di alcuni ceramisti sardi.
Io sono stata subito conquistata dallo stand di AriuCeramiche, delle sorelle Stefania e Cristina Ariu.
Lì mi sono soffermata a lungo ad ammirare la  rappresentazione chiamata

“SU SCRACCABIU – Musica da cortile a tre bocche”
DSCN4679
Nella scena, un   gruppo  con  tre donnine sarde, in cui una, la principale, racconta una storiella divertente e le altre due scoppiano in una risata.  Una realizzazione stupenda e molto efficace!
DSCN4685
Le tre damine sono modellate in modo da dondolare su un piano e sotto le gonne hanno dei campanacci di ceramica che tintinnano al loro dondolìo
DSCN4691
Lo  stand delle sorelle Ariu  era davvero  bellissimo, con le loro inconfondibili pecorelle, in bianco e nero, le mie preferite
DSCN4686
DSCN4687










DSCN4690
oppure coloratissime e spiritose
391755_4726409041528_50959190_n
E’ loro la realizzazione di un enorme pannello raffigurante le  pecorelle presente in un grande e famoso ristorante sardo, Olivocarne,  molto trendy a Londra
394434_347303405350933_1803550657_n
Ci spostiamo, e poco più in là   troviamo lo stand di L’antica arte della ceramica di Francesca Addari, già conosciuta  lo scorso anno, che presenta le sue creazioni con colori e disegni molto particolari  e delicati
523063_4726402881374_970451940_n
225991_4726397361236_1867056107_n
Uno degli stand che più mi era piaciuto l’anno scorso e che ho ritrovato con piacere quest’anno, è quello della mia amica Laura Puggioni di ‘Sinzos’. Mi colpisce ogni volta la sua maestria, nel creare piccoli capolavori con la ceramica, rappresentazioni  legate alla tradizione sarda,  come  “Sa Franda” , o meglio la  tipica gonna  dei costumi sardi, riprodotta su pannelli grandi  di ceramica
DSCN4706
o su piccoli gioielli, come anelli ed orecchini e ciondoli
DSCN4710
DSCN4797DSCN4794















che  riproducono anche le preziosità dei gioielli in filigrana sarda,
LavorazioneNotteFiligrana
DSCN4707
DSCN4709
DSCN4722
DSCN4714
DSCN4792












Lei cura non solo la  progettazione del disegno per la parte in ceramica,  realizzandoli in acquarello, ma anche  il design  per quanto riguarda la parte orafa ed  il montaggio su argento o oro delle sue creazioni.
Nello stand vicino, sempre di un artista sardo, Domenico Cubeddu, di Seneghe in provincia di Oristano, troviamo ancora altri oggetti che riproducono scene tipiche della nostra tradizione,  deliziosi il cinghiale e il toro a forma di casetta, o i pastori sardi
DSCN4696
47950_4726459562791_1256358563_n
o  come questi  quattro ‘Balentes’,   tipici  cavalieri sardi, con  i loro  gambali da cavallo  e la posa fiera, sembrano quasi veri
DSCN4699
644684_3878133028627_1418734072_n
406551_3874402455365_2042705657_n
In uno stand di cui purtroppo non ho segnato il nome, ma credo si tratti di Massimo Boi,   ho fotografato queste  gallinelle molto colorate
DSCN4703
ed un quadretto che poteva somigliare vagamente ad un opera di Picasso
DSCN4702
mentre   Mirko  ha scattato le foto al gruppo dei  topolini
384456_4726411161581_2037312441_n
L’esposizione di ‘RAKU’ di Maria Cristina Di Martino e di Salvatore Farci, i due organizzatori dell’evento,  aveva una   rappresentazione di un gruppo di ballerine in costume rosso, veramente  simpatica
DSCN4729
i pesci turchesi  in ‘raku’ erano un sogno  ^^
DSCN4726
le gallinelle 
228100_3576613826821_968622066_n
ed  i cani bassotto  divertentissimi
DSCN4732DSCN4730











E mentre io chiacchieravo con gli espositori, Delia e Barbara visitavano lo stand spagnolo della ceramista  M. Roser Raluy, dove hanno acquistato alcuni dei suoi fiori stilizzati da piantare in giardino
550582_4726457282734_2040565161_n
o i suoi pesciolini da appendere
DSCN4727

E a proposito di pesci, proseguendo nel giro, mi trovo davanti ad una vera e propria opera d’arte, dal titolo

“I PESCI SI APPOGGIANO AL MARE COME GLI UCCELLI SI APPOGGIANO AL CIELO”
DSCN4766
realizzata sia sottoforma di bassorilievi su pannelli di argilla
DSCN4735
DSCN4742
che di grossi pesci stilizzati, sempre in argilla
DSCN4741
DSCN4767
L’insieme era davvero  molto scenico.  L’opera è  stata realizzata dal francese Armand Tatéossian, con cui sono riuscita,  seppure  decisamente  a fatica ahimè, a scambiare due chiacchiere, ma mi ha mostrato con orgoglio le sue realizzazioni esposte in varie città della Francia.

Un altro stand francese, in cui avrei comprato TUTTO, è quello di Yvon Gauchot, con piatti, piattini, vasetti e brocchette in toni pastello con delicati disegni di fiori di campo, cuoricini e farfalline e scene bucoliche, tipiche della campagna provenzale
DSCN4769
DSCN4776
DSCN4777










DSCN4770
DSCN4773
DSCN4771
Non sono riuscita a convincerlo a vendermi questa piccola mattonella decorata con scene campestri, perchè  gli serviva per l’esposizione
DSCN4772
allora ne ho scelta un’altra, con una scritta in francese, che credo sia un vecchio proverbio, valido in tutti i paesi,  che se ho ben capito suona come “Accontentarsi di poco è  meglio che il nulla”………  confermate?
DSCN4804
Mi  sono persa, ma per fortuna ho a disposizione le foto di Mirko e di mia sorella Susanna, lo stand della scultrice  francese Christine Perrin de l’Atelier de la Licorne!

Le sue ceramiche in stile medioevale o arabeggiante, che non ho potuto ammirare per mancanza di tempo…..    spero di poterle rivedere in una prossima edizione perchè  sono meravigliose!
30752_4726429442038_623023329_n
230504_4726427281984_1354938902_n249590_4726425801947_1811729387_n















206282_3576667428161_1230170334_n400880_4726430682069_1220829988_n577116_4726431842098_1338028381_n









230398_3576663108053_1593862956_n
All’interno della manifestazione vi erano anche attività ludiche per i bambini,  che si sono divertiti a mettere le mani nell’argilla e ad aiutare  lo scultore Bruno Meloni, nella realizzazione della ‘Balena’ all’interno dei giardini
DSCN4778
DSCN4783
Ed infine, una piccola esposizione di piccoli tesori, una serie di lastre in ceramica  dipinte dal cagliaritano Giorgio Podda, pittore e scultore,  in collaborazione con il laboratorio RAKU, di cui vi ho parlato prima,  ho fotografato le più belle, ditemi quale vi colpisce di più….. io le adoro tutte!!
Anche questa è stata dunque  un’edizione  piuttosto interessante,  anche se ho sentito  che è stata in forse fino ad una settimana prima,   piena di problemi di  logistica e di organizzazione,  come mi accennava infatti  Salvatore Farci.
Spero  che gli espositori riescano a  leggere  queste pagine e che  magari possano mettere un commento a questo proposito, esprimendo un parere su questa manifestazione e  quali  saranno le   proposte per una nuova futura edizione 2013  Winking smile

Firma post

18 commenti

  1. Per me è stata davvero una bella mostra,non avevo ancora visto il reportage dello scorso anno e quindi è stata tutta una sorpresa...avrei comprato molte cose...ho dovuto accontentarmi di poche :(

    RispondiElimina
  2. Anche a me è piaciuta tanto anche se alcune cose non son riuscita a guardarle con attenzione per la fretta.....naturalmente ci hai pensato tu Titty a farmele osservare meglio con il tuo bel reportage!!!

    RispondiElimina
  3. ma qui c'era da perdersi veramente!! quante realizzazioni originali, i pesci raku e i pesci di argilla i miei preferiti! ho già sotto mano il link dell'atelier la Licorne..eheheheh, brava Ty! eportage ricco di spunti, già ti immagino a parlare a tutti i costi in francese...ahahaahh!!

    RispondiElimina
  4. che cose meravigliose!!!! non saprei cosa scegliere, oggetti fantastici! ma non vengono anche a Milano? sarebbe da organizzare!

    RispondiElimina
  5. La Festa della ceramica non ha tradito le aspettative e il tuo splendido reportage lo dimostra. Mancavano alcuni ceramisti che avevo apprezzato gli anni scorsi, ma sono rimasta piacevolmente colpita dalle opere di una nuova ospite, Christine Perrin dell'Atelier La Licorne, originali e ricche di suggestioni storiche. Avrei comprato volentieri alcuni pezzi trattati con il nitrato d'argento, ahimè troppo costosi per le mie tasche. Interessanti le donne pettegole di Cristina e Stefania Ariu che non avevo osservato con attenzione. Per fortuna tu, da perfetta reporter, hai colmato le lacune della mia passeggiata. Splendide le foto di Mirko e di una certa Susanna (o Br1?)....
    Susanna

    RispondiElimina
  6. Bel reportage e belle opere! Peccato non aver potuto essere presente.
    A proposito delle donnine su in cima, Titti se non avessi letto la tua spiegazione... per me erano tre ziodde, una con su dolor'e schina, la seconda con su dolor'e conca, e l'altra zerriend'a su cani :P

    RispondiElimina
  7. meravigliosamente belli tutti i lavori! geniali le donnine con i sonagli! Grazie per il reportage, sempre dettagliato e sempre apprezzato!

    RispondiElimina
  8. le nostre donnine si daranno un sacco di arie per tutte le cose belle che son state scritte per loro...

    RispondiElimina
  9. Per me la manifestazione è stata una rivelazione!! Ho sentito parlare molto bene delle vecchie edizioni e posso dire che è veramente una mostra che merita. Purtroppo le amministrazioni sono spesso contro o comunque non agevolano questo genere di iniziative. Spero che riescano a "continuarla", ne vale veramente la pena! Vorrei lanciare anche un piccolo appello a tutti gli espositori-artisti che sono i veri protagonisti della manifestazione: TROVATE IL MODO DI FARVI UN SITO!! Di alcuni c'è poco di altri nulla, ma sopratutto le foto che si vedono non rendono veramente giustizia a tutto il lavoro che c'è dietro alle VOSTRE realizzazioni. Cercate di farvi un minimo di pubblicità, anche una pagina facebook, che non costa nulla, ma impegnatevi anche un minimo nel marketing. Credo che abbiate le potenzialità per arrivare molto più lontano di quanto siate già arrivati! Ancora complimenti a tutti! Tiziana tanti complimenti anche a te e per i tuoi reportage! :)

    RispondiElimina
  10. ricordo perfettamente il reportage precedente , ricco di novità e bellezza anche questo, complimenti a voi e alla creatività! ciao

    RispondiElimina
  11. grazie per questo articolo. Adesso so dove sono nate le due gallinelle che hanno fatto il nido sul frigorifero e vicino al forno....:)

    RispondiElimina
  12. J'aime vraiment beaucoup... les moutons, les poissons turquoise, le groupe de souris et l'ensemble théière et tasses! Bravo aux artistes!

    RispondiElimina
  13. Che bel post! Grazie Tiziana per aver condiviso la giornata! :)

    Non sapevo di Olivocarne: andrò sicuramente a visitarlo la prossima volta che sentirò nostalgia di casa :)

    RispondiElimina
  14. joli choix.. la baleine est superbe!

    RispondiElimina
  15. Oh les poules et les souris je craque littéralement, colorées et pleines d'humour, ça c'est pour moi.

    RispondiElimina
  16. Bizarre la traduction, j'espère que tu comprendras. Bisous.

    RispondiElimina
  17. Voilà l'édition 2012 tout aussi superbe que 2011 .Je craque pour les mères sardes quelle merveille .
    Les souris et les oiseaux sur socles coup de cœur .Les panneaux d'argiles j'adore et bien d'autres choses .Des artistes de grands talents .
    Merci Tiziana pour toutes les découvertes .
    Bisous
    Emmanuelle

    RispondiElimina

Back to Top