Seeds of love 2013–Packaging - by tyziana

Volevo però prima iniziare  precisando che  il post precedente, quello dell’abbondante  nevicata  e dei meravigliosi giochi di cristalli di ghiaccio sui fiori e le foglie, era della mia cara amica Daniela, che da qualche tempo collabora  sul nostro blog con i bellissimi post  sul suo giardino, la Tenuta Geremia, di cui vi avevo parlato inizialmente in questo  post. Si trova in Piemonte.
DSC00623
E come potete vedere dalle foto che ho scattato ieri,  qui in Sardegna,  infatti, la situazione è decisamente diversa!
Dopo un inizio settimana piovoso, ieri è stata una giornata soleggiata e dal sapore primaverile, temperature a dir poco soprendenti, con punte di 20° a metà giornata,  tanto che non sono stata la sola ad aver avuto l’idea di andare a fare un salto al porticciolo di Marina Piccola,  per vedere il mare.
E pensare che qui siamo proprio a due passi dal centro della città ^^
DSC00634
Il porticciolo di Marina Piccola a Cagliari
Desktop12
Ah, il mare in inverno è incantevole, le calette sono deserte e conservano un aspetto ancora selvaggio
DSC00640
La caletta ai piedi della Sella del Diavolo  a Cagliari
Ma chiusa la parentesi bucolica, torno a casa perchè mi aspetta il compito di finire le bustine dei semi per il Seeds of Love di Isabelle e la confezione delle etichette che le accompagneranno nel loro viaggio verso gli amici a cui erano destinate.
In ritardissimo sulla tabella di marcia, la scrivania ingombra di cartoncini, forbici, colla, nastrini, penne, matite e timbri
DSCN8335
DSCN8337
DSCN8345
DSCN8340






e ancora scatole di semi, cellulare per le foto al volo da pubblicare su facebook, e il pc acceso per stare sempre in contatto con gli amici. Mentre confezionavo, mi domandavo se anche gli altri partecipanti avessero  avuto una tale confusione sul tavolo  di lavoro…..
DSCN8341
E poi la parte più bella! ^^ Confezionare le tag è stato davvero emozionante!
Adoro le cartolerie  e tutto il materiale da cancelleria.  Avevo trovato nella mia cartoleria preferita, una carta da regalo speciale, adattissima al tema del giardinaggio ed è così che mi è venuta l’idea per le etichette.
Scegliere il fiore o il simbolo del giardinaggio per le tag è stato bellissimo!
Uno più bello dell’altro, facevano la loro bella figura sul cartoncino, davvero difficile decidere quale fosse il più carino
DSCN8338
DSCN8348
DSCN8356
e poi piccoli dettagli, come il buco per infilare il nastrino, che è un’orma di gatto, della piccola perforatrice che mi sono comprata di recente =^..^=
DSCN8360
E finalmente, a tarda notte,   la prima tranche di buste era pronta per la partenza del mattino dopo
DSCN8362
DSCN8367
stanca ma soddisfatta per il lavoro portato a termine, vado a riposare, pensando a quei piccoli pacchetti che da domani voleranno in giro per l’Europa! ^^

Firma post
15

Quando la neve diventa cristallo - by Daniela

Accade talvolta, per fortuna non troppo spesso, di trovarsi sotto a delle nevicate che fanno spavento, un po' perchè cadono dal cielo valanghe di fiocchi grandi come piume che, pesantissimi, mettono a dura prova i rami degli alberi, anche quelli più sani e robusti, e gli steli delle piante più delicate, un po' perchè, quando si protraggono per molte ore, sembrano non finire mai

 

Poi, quando cessa di scendere la neve,la vallata piomba in un silenzio surreale, profondo, quasi assordante, squarciato solamente dal rumore dei rami che, dopo aver opposto tenacemente resistenza, cedono, quasi tristemente, al peso della neve,.. Sì, quando la neve è così tanto intrisa di acqua, mi mette davvero in apprensione ed allora attendo con ansia che su di essa sorga il sole, perchè è proprio questa neve, così ostilmente ed esageratamente acquosa che, sciogliendosi velocemente rimane intrappolata nella vegetazione

neve sciolta 1

neve sciolta 2

e si trasforma, con il gelo, in una fitta trama di cristalli.

cristalli

Quando i raggi del sole riescono a farsi spazio tra le maglie ovattate della nebbia mattutina che vela il cielo sereno sopra i prati innevati, la brina appare in tutta la sua lieve e sobria magnificenza

cristalli all'alba

adeguandosi, con i propri tramezzi, alle forme su cui si posa: evidenzia con grazia le linee ed il portamento dei rami, tanto che da lontano appaiono come fossero rimarcati dal tratto di un enorme gesso,

ramo nocciolo contorto -Corylus avellana contorta

riveste come un velo le ultime bacche di rosa canina dimenticate dagli uccellini enfatizzandone le forme tondeggianti,

bacche rosa canina

s'insinua tra le “setole” degli amenti di nocciolo (Corylus avellana),

WLM7241-001

ma diventa davvero spettacolare quando “gioca” tra le foglie, soprattutto quelle dalle forme più .. fantasiose

foglia  Heuchera Snow Angel

foglia Heuchera Palace Purple

Hedera  helix Parsley  Crested

e quando si posa sulle le corolle dell'Hydrangea paniculata quercifoglia, imbrunite dall'autunno ed ormai del tutto prive di vita, che ho volutamente “dimenticato” perchè, scendendo gradatamente sui loro steli fino a perdere del tutto la forma a pannicolo, si allargano a poco a poco assumendo un portamento scomposto, quasi “lasso” che diventa oggetto prediletto delle esibizioni dell'inverno senza arrecare alcun danno alla pianta che sta già preparando i getti per la nuova stagione.

WLM72411-001

hydrangea  6

hydrangea  5

E quando ci fanno visita i cristalli di ghiaccio ci raccontano la storia dell'acqua che li ha generati .. almeno, questo secondo la teoria di Masaru Emoto sulla memoria dell'acqua.

Recentemente questo ricercatore giapponese, partendo dal presupposto fissato dalla filosofia induista che vuole che tutta la realtà sia costituita da energia, avrebbe scoperto che anche l'acqua, osservata ad una temperatura di – 4°, nella formazione dei propri cristalli, manifesterebbe l'influsso energetico a cui è esposta: cristalli regolari e dalla struttura armoniosa simili a quelli della neve sarebbero prodotti da acqua esposta ad energia positiva, mentre la forma irregolare e disarmonica dei cristalli di ghiaccio sarebbe chiara espressione dell'esposizione ad influssi negativi; questa teoria, formulata in prima ipotesi nel 1984, ma solo recentemente accreditata e verificata anche attraverso la pubblicazione di testi scientifici e diffusa tramite seminari tenuti in tutto il mondo, é da un lato supportata da alcune correnti di pensiero psicologiche, che ne fanno strumento di terapia, dall'altro oggetto di perplessità e critiche … Beh, non so se e quanto si tratti di una teoria verosimile, ma è talmente bello pensare che la nostra acqua sia un'acqua ...“serena”, che viva felicemente con noi .. mi piace crederlo :)

A presto.

Daniela

7

Seeds of Love 2013–L’estrazione - by tyziana

398767_10200393782670372_2014966701_n
Ecco! è arrivato il gran giorno!
Il 23 gennaio alle  00:01  è stata stabilita l’ora dell’estrazione dei numeri dei partecipanti che hanno richiesto i semi. Rullo di tamburi e si procede dunque!  Winking smile
Proverò a spiegare come funziona il meccanismo aiutata dalla mia simpatica tombola in lingua sarda
DSCN7978
Ho segnato nel mio bel quaderno Pigna, in tema con il gioco
DSCN7782-001
i nomi  di tutti i partecipanti, contrassegnando con un cerchio chi mi ha fatto la richiesta con un commento al post delle mie proposte
DSCN7966-001
Così ho inserito i numeri relativi ai 36 amici che hanno fatto le richieste, nel sacchetto della tombola, pronti per l’estrazione
DSCN7963-001
e….pronti……via!  Voilà   i numeri estratti!
DSCN7965-001
Congratulazioni a
16) Marie-Claude 
25) Gèrald
50) Anne-Gaëlle  Winking smile
Ma…… uhm….. tre  su trentasei…non sono pochi?
Forza dai, ne estraggo altri tre
DSCN7967-002
Bene bene! Abbiamo altri tre vincitori! ^^
10) Lydie
20) Anne-Marie
e
28) Sophie
Però….. dai, non è giusto… io ne estraggo altri tre!  su! su!
DSCN7969-001
ed ecco  altri tre  vincitori!
12) Régine et Emmanuel  ( yuppie!! ^^ )
29) Malorie  ( evviva! )
e poi
30) Maryse  Winking smile

Fantastico! Così va meglio!
Ma…. di semi ne ho ancora qualcuno….che faccio?
Bè, sapete cosa? Io ne estraggo altri tre per completare la dozzina!

DSCN7970-001
  il numero 8!!!!!
Laetitia  hai visto? Ce l’ho fatta ad estrarlo! ^^
17) Ausra!!!  che bello!
22) Talithah!  super!
Sapete che vi dico? Io per arrotondare ne estraggo altri due e basta!  Dai due piccoli numeri e via!
DSCN7971-001
e così…. abbiamo ancora il
19) Virginie  ( Uh come sono contenta!! ^^ )

e  per finire il
41) la dolcissima Josiane!  Fantastico!

non  senza dimenticare la mia carissima amica Isabelle, instancabile organizzatrice di questa iniziativa stupenda, che crea suspence ed emozioni in tutti noi!
e siamo solo all’inizio!!  Winking smile
DSCN7976-001
Firma post
16

I magnifici cinque - by tyziana

Aderisco alla bella iniziativa di Marie-Claude dal suo blog , che lancia una sfida alle amiche  bloggers,  sulla scelta di cinque fiori di colore bianco che più ci affascinano in giardino.

Comincerei proprio dai primi a sbocciare, i Narcisi ‘Erlicheer’, profumatissimi e doppi, quando fioriscono sembrano piccoli bouquet già pronti
DSCN8395
6

IL PROFUMO DI GENNAIO - by Daniela

Abitare in aperta campagna significa anche essere in grado di distinguere i profumi dei mesi, delle stagioni ... Se mi chiedeste quale sia il profumo di Gennaio risponderei senza esitazione "Quello del gelo e quello del calicanto d'inverno " ♥
copertina
Questa mattina l'aria resa piuttosto frizzante dalla neve che riveste i fianchi della vallata mi ha portato in casa le note fruttate del profumo del Calicanto d'inverno: questo significa che è appena cominciata la sua fioritura.
Nella nostra fascia climatica sono decisamente pochi i fiori che ci deliziano con la loro presenza durante il mese più freddo dell'anno: gli ellebori, con le loro fioriture cadenzate che vanno dal bianco latte dell'Helleborus niger, al porpora dell'Helleborus orientalis, al verde orlato di rosso acceso delle corolle dell'Helleborus foetidus, il gelsomino d'inverno ( Jasminum nudiflorum ) che colora, con i suoi fiori giallo zolfo il marrone acceso dal gelo delle pietre dei muri di contenimento, scendendo a pioggia per fare grandi cascate sui rami ancora nudi, ed il calicanto d'inverno ( Calycanthus praecox o Chimonanthus fragrans ) che si fa notare non solo per le sue lievissime corolle che ornano la grigia corteccia dei suoi rami, ma che magicamente ci avvisa della sua fioritura con la sua inconfondibile fragranza, dolce, quasi speziata, che ci raggiunge a decine di metri di distanza.
panoramica  2
Le sue corolle sono simili alle delicatissime ali di una farfalla ed ancor più fragili appaiono oggi inumidite dalla pioggia e dalla neve della scorsa notte: sì, a guardarli bene ad uno ad uno sembrano tante lievi farfalle posatesi su di un ramo spoglio, un po' infreddolito per il rigore invernale.
corolle   bagnate
corolla bagnata
I loro sguardi sembrano essere rivolti verso il basso come indice di umiltà e discrezione ma la Natura lo ha fatto affinchè si potessero agevolmente difendere dalle impetuosità delle intemperie, frequenti in inverno nelle zone latitudinali in cui fiorisce, quali vento, gelo, pioggia e neve.
panoramica
E nonostante non guardino il cielo, queste lievi corolle diffondono un fortissimo profumo, un profumo penetrante ma al contempo delicato, se percepito in grandi spazi aperti: io associo queste note olfattive all'intenso azzurro del cielo invernale o al blu cupo punteggiato di stelle del cielo di Gennaio, stelle che in inverno sembrano quasi toccarci il capo tanto sembrano farsi più vicine poichè tanto luminose.
Dieci anni sono trascorsi da che decidemmo di interrare questo cespuglio nel prato davanti casa e da allora la promessa della tanto attesa vigorosa fioritura non fu mai realmente appagata; ogni inverno attendevo comunque con ansia lo schiudersi dei suoi pomelli dorati che punteggiavano solo alcuni dei rami più vecchi e venivo rapita dal lieve profumo di cui si circondava; avevo inoltre imparato anche ad apprezzarne i frutti che compaiono nella tarda estate, piccole "pere" dalla buccia vellutata che si fa tinta ruggine quando raggiungono la piena maturazione, particolarmente prodighi di semi, simili a delle arachidi, dal forte odore canforato, utilissimi per proteggere i mobili antichi ed i capi in lana dall'attacco dei parassiti.
foto semi
foto frutti
Mai, però, avrei pensato di poter arrivare a godere di un simile tripudio di fiori: a guardarlo ora sembra un pesco a Marzo, un ciliegio a Maggio, sì, avete presente i vecchi alberi da frutto in primavera, con grandi fiori doppi … ecco ne abbiamo uno in inverno … e lo abbiamo profumatissimo, in prossimità del cancello, quasi desideroso di deliziarci con il suo profumo ogni qualvolta si lasci casa e di riconfortarci ogni volta che si rientra, avvolgendoci in un magico abbraccio !!
Ho imparato che si tratta di un cespuglio a crescita molto lenta, molto poco esigente sia quanto ad innaffiature che quanto a concime, che non necessita di potature poiché cresce gradatamente mantenendo una forma piuttosto armoniosa e … posso darvi un consiglio ? Se potete, se lo spazio ve lo consente, perchè abbisogna di crescere in piena terra e di svilupparsi liberamente sia in altezza che in larghezza per alcuni metri, se il clima della zona in cui vivete è adatto e se non siete giardinieri troppo impazienti, non privatevi del piacere di accoglierlo nel vostro giardino: sono certa, anzi più che certa che ne sarete entusiasti !!

Daniela
5
Back to Top