Impressioni di viaggio: prima parte - by Delia

Un viaggio programmato di quattro giorni diventati poi sette.. non facile sotto diversi punti di vista dato che si sono concentrati tanti incontri con amiche sparse per la Liguria e Toscana quindi non tanto vicine, ma l'ottimismo che ha guidato Tiziana e me sia prima che durante il viaggio ha fatto si che tutto si incastrasse alla perfezione, rendendolo piacevole pur nelle fasi più rocambolesche.
Sinceramente parlando io che non lascio quasi mai niente al caso quando mi sposto (della serie metto l'impossibile in valigia e faccio stampe di ogni genere, mappe, ecc.), ho voluto viverlo anche un po' alla leggera, quasi come una vagabonda. Titti direbbe che ho fatto l'apprensiva, eheh.....
Tutto liscio, dicevo, si.....ogni attimo vissuto intensamente, tanti visi conosciuti e nuovi... sorpresa di vedere che le persone sono fiduciose pur non conoscendoci di persona, disposte ad aprire la loro casa e farci entrare nel loro privato sulla base di una passione condivisa virtualmente sul web.
Tanti luoghi visitati, molto velocemente purtroppo, tutto non si può avere, eheh! Come ogni viaggiatore, ho cercato di fissare nella mia mente più particolari possibili di ogni luogo, le foto in questo senso sono molto utili, tanti clic anche frettolosi per gustarli poi con comodo.


Pisa, prima tappa, Piazza dei Miracoli: sole, tanta gente, bianchi monumenti, di corsa, di corsa..... un giro veloce, una serie di foto e poi verso Siena. Però fa un certo effetto stare sotto la Torre..... e tanta è l'ammirazione per queste opere del passato che rimango incantata

A Siena abbiamo dedicato qualche ora. Già visitata in passato, la passeggiata attraverso le strette strade che sfociano nella famosa piazza del Campo, aria antica, voci ... mi piace la Toscana, mi piacciono i suoi abitanti, si rivolgono a tu per tu senza tanti preamboli, come se ti conoscessero da sempre. Tracce ovunque di un passato importante lungo tutto il cammino: non solo chiese, ma anche i palazzi raccontano la storia, un anello di ferro, una piccola finestra, un arco, i soffitti a volta....dai vicoli, panorami che lasciano spaziare l'occhio verso l'infinito....



 Il Duomo di Siena merita un discorso a parte. Definirlo ricco è riduttivo... se penso che è un'incompiuta sorrido, pensando a cosa sarebbe stato. Sia l'interno che l'esterno meritano molto più che una semplice occhiata, non voglio pubblicare foto classiche, ma dei clic parziali che rendono l'idea del lavoro immane che c'è dietro. Colonne, fregi, cesellati alla perfezione che hanno resistito nel tempo, toccati e accarezzati da tante mani dal medioevo in poi... mi vengono i brividi solo a pensarci!
 L'interno lascia letteralmente a bocca aperta, tutta in marmo bianco e nero... non si sa cosa ammirare per primo, ogni particolare è degno di ammirazione, dai pavimenti alle pareti, e ai soffitti stellati....

 E poi, volete che non avessi notato alberi, piante e fiori nei pavimenti o pareti?



Nessun commento

Back to Top