Convolvolus cneorum: un posto al sole–by Josie

Non so voi, ma io non amo particolarmente i pelargoni annuali che magicamente appaiono sui banchini dei fioristi, sempre in rosa-sparato e rosso-pugno-nell’occhio, mai una volta che mi capiti la fortuna di trovare qualcosa di candido, niet!

Va detto che la mia zona non è molto rifornita..

Allora mi son detta…basta con questa storia! Nei vasi di coccio al sole ci metterò l’argenteo convolvolus cneorum.

Ha riempito, sazio di sole, tutto il collo di un vecchio orcio. (ahem.. l’orcio non l’ho riempito certo di terra, ma ho usato dei vasi in plastica rovesciati come riempimento, fino a portare il volume da riempire di terra a una cosa umana.. mica mi volevo scarrozzare a schiena sacchettate e sacchettate di terriccio.. )

In questo periodo è in piena fioritura ed è un piacere uscire al mattino e trovare i suoi delicati ombrellini che stanno per schiudersi.. ed anche una volta sfiorito, il fogliame argentato chiaro rimane bello da vedere per tutto l’anno.

A spintonarsi con lui nel vaso, ho aggiunto l’Helictotrichon sempervirens (mi si intreccia la lingua a pronunciarlo ma ha delle foglie sottili e glauche così belle!), una spruzzata di Erigeron karvinskianus e del timo pepolino.. ma non so se riuscite a vederli dalla foto, adesso è il convolvolo che la fa da padrone!

1 commento

  1. Il tuo Convolvolo Cneorum è bellissimo Josie, e io ne ho uno uguale, sul mio terrazzo a Torino, da alcuni anni ormai. Grandi soddisfazioni, gli sono molto affezionata...
    Se vuoi vederlo lo trovi nell'ultimo post del mio blog, un abbraccio ciauuu!
    Flora

    RispondiElimina

Back to Top