La Festa delle Erbe - by tyziana

Cover Festa delle Erbe 2017 2

“La brezza all’alba ha segreti da dirti.
Non tornare a dormire.”
(Rumi)


L’alba al Borgo di Rollo è sempre speciale!
Che sia la vista sulla Chiesa e soprattutto l’inconfondibile campanile del Borgo, o la vista sul mare dalla mia finestra appena sveglia

1

Riprende da qui il mio racconto sulla Festa delle Erbe,  svoltasi a metà giugno al Borgo di Rollo. 
C’è tantissimo da raccontare, quindi sarà un  lungo reportage da leggere sotto l’ombrellone a ferragosto! 

Dopo i preparativi  degli allestimenti floreali e delle scenografie di cui vi ho parlato nel post precedente, si apre la 18° edizione  della manifestazione in un sabato infuocato, con temperature al limite del sopportabile, ma ci siamo riusciti!

11a



Tema di questa edizione è stato “Il cerchio natura” così come descritto dalle parole della mia amica Ada Buzzi,  membro dell’Associazione Amici della Festa delle erbe ed organizzatrice dell’evento, in questo passo:

”Dal campanile della Chiesa del borgo di Rollo un gabbiano distende il suo volo verso il mare.
Nel verde della collina intorno al nostro borgo ci sono alberi, fiori ed erbe che creano un contorno di profumo mediterraneo e un’armonia di colori che induce alla serenità e alla bellezza. Quelle poche case luccicano d’estate e i vicoli si animano di tanti sguardi nei giorni della Festa delle erbe.
Lo sguardo è variabile.
Scorrono veloci, sfuggono e si sovrappongono, tornano e si perdono, ogni giorno cerchiamo immagini, guida delle emozioni e delle azioni. Il nostro sguardo è ricercatore, selezionatore, attore, inventore, prepotente o umile che sia, è orientato, ed osserva l’esistenza, impara e sogna. Un cerchio racchiude un limite provvisorio del fin dove si vuole e si può arrivare per poter guardare e percepire. Lo sguardo è l’incontro che sceglie l’immagine.
Lo sguardo nel cerchio del verde.
Con una passeggiata illuminiamo qualche momento della giornata. Il mondo delle erbe e delle piante invita alla scoperta. E’ un mondo grande, un cerchio vitale…..
Il mondo vegetale è un po’ la poesia della terra. Tanti mondi, tante sfumature, tante emozioni legate alla natura delle piante, alla terra, acqua, aria, luce, cibo, nella dimensione del tempo. Ma è una realtà semplice, quando si pianta un seme è per il domani. E il cerchio naturale della vita diventa un gioco e il sogno del futuro. Il “Cerchio natura”, un simbolo antichissimo su tutto il pianeta, esiste in culture diverse e lontane fra loro, e racconta una storia.”

Nel tavolo dell’Associazione alcune foto ricordo delle edizioni passate ed il cerchio simbolo dell’evento,  preparato da Luciana Tedeschi di Lulla’s flowers,  che avete visto nel video nel  precedente post

12

Anche quest’anno molti gli espositori, vivaisti, artigiani e coltivatori, che hanno proposto novità e prodotti eccellenti,  derivati delle erbe con essenze,  prodotti per cosmesi,  disponibili ad insegnare al pubblico  a distinguere le loro proprietà e le loro storie.

23

Poi ancora laboratori, conferenze, visite guidate ed escursioni, a cura di Doriana Fraschiroli,  per insegnare a riconoscere le erbe spontanee ed il loro utilizzo in cucina a cura di Maddalena Todiere

27

I  VIVAISTI
Immancabile e preziosa presenza all’evento Dino Pellizzaro, con le sue magnifiche rarità tropicali, che destano sempre vivo interesse negli avventori.
Thunbergia  battiscombei, Neomarica caerulea, Sinningia tubiflora, Rehmannia e Tweedia caeruleaLopezia cordata `Pretty Rose  sono solo alcuni dei nomi strani e non facili da ricordare

13



16


Splendido come sempre lo stand de L’Erbaio della Gorra, dove se mi fosse stato possibile avrei acquistato tante piante!
Sicuramente c’è da prendere appunti su un taccuino per copiare le combinazioni usate da Valentina e Tullio per il loro stand!
Stipa tenuissima, Pennisetum ‘Karley Rose’, Hemerocallis  ed Echinacee variopinte in un gioco di colori delicato e mai chiassoso

9


10

Sempre interessanti le collezioni di Salvie proposte dal Vivaio  Ciancavare di Clémence Marie Chupin, che ha sempre belle storie da raccontarti sulla provenienza delle piante della sua collezione
18
È stato preso letteralmente d’assalto lo stand di aromatiche dell’Azienda Agricola di Davide Bacci, allestito davvero molto bene e con delle etichette belle e chiare

19


Ancora fra gli stand più visitati ad ogni edizione sicuramente quello di Ann Boddy  del vivaio Le rose profumate di Sandro Glorio, sempre sorridente e disponibile verso gli acquirenti con i suoi preziosi consigli sulla loro coltivazione

29

Chi non ha mai desiderato un laghetto con le ninfee nel proprio giardino?
Si possono realizzare anche dei mini laghetti in catini di zinco.
Irresistibili  per la loro suggestiva bellezza le ninfee dello stand del  Colla Vivai

21

e vi dirò  che la foto che segue,  con le acquatiche e sullo sfondo un telo di lino, mi ricorda un po’ i ricami botanici dei giornali di mamma di tanti anni fa ^^

20


GLI ARTIGIANI
O meglio, per la maggior parte si tratta di artigiane al femminile!
Prima fra tutte, vi vorrei mostrare lo stand di mia sorella Delia ed il suo Arti noa, che ha partecipato per la seconda volta  alla Festa delle Erbe dietro invito di Ada, innamorata come tanti di noi, dei suoi lavori  colorati e poetici in materiali di riciclo.
Il suo allestimento è stato uno dei più fotografati della mostra ed ha avuto un grande successo di pubblico

4


3


2


22

Presenza immancabile fra gli artigiani sicuramente Giuliana Bellina e le sue ceramiche fiabesche che fanno tornare tutti un po’ bambini.
I suoi lavori hanno sempre come soggetto personaggi delle favole, animali da cortile e del bosco, ma quest’anno mi sono tanto piaciute le sue piccole giardiniere in tema con la mostra florovivaistica

17


Decisamente su un altro tema l’esposizione  della mia amica ceramista, restauratrice  e designer Monica Bispo.
Nel suo atelier The bis  organizza anche corsi di ceramica, carta, resina e pitture per bimbi e adulti.
Le sue piastrelle ed i suoi manufatti che richiamano le Azulejos portoghesi sono davvero stupende
15

14

E’ stata davvero una graditissima sorpresa trovare alla Festa le mie simpaticissime amiche Cinzia Bondi e Maria Angela Palmieri, del vivaio Ippocastano, specializzato in rose, nello stand dei fantastici cappelli floreali realizzati da Cinzia

24


Nello stand di Maria Giulia Scolaro, dell’omonima Azienda Agricola,  si potevano fare esperienze sensoriali gustando le marmellate di frutta e verdura miste, ma era soprattutto molto richiesto il suo biologico  sciroppo di rose

26


LE AMICHE
E le amiche? Ma quanto è bello incontrare le amiche alle manifestazioni florovivaistiche!!
Giuliana, Cinzia, Rossana, Maria Angela, Maddalena, Carmen, Monica, Clemence è stata una gioia per me riabbracciarle!

6


30


Ed un grande abbraccio va  alla mia cara amica Lucia Monticone, conosciuta recentemente alla manifestazione Ortocolto  di maggio presso il suo stand Le Mollette di Lucia, che ha fatto tantissimi chilometri da Torino per venire al Borgo  e potermi  riabbracciare!

LA PREMIAZIONE
Così come l’anno scorso, anche quest’anno  mi è capitato di far parte della giuria  che ha assegnato dei premi  ad alcuni dei vivaisti che propongono specie particolari o con una storia affascinante dietro la loro coltivazione.
1°  classificato il Vivai Montina  al quale è stato dato un riconoscimento per la riscoperta della Mela “Ciapeletta”, tipica della zona di Andora
2° classificato il Vivaio Ciancavarè di Clémence Marie Chupin  per la Salvia apiana,  perenne originaria del Sud  degli Stati Uniti, precisamente dalla California,  considerata una pianta sacra in quanto utilizzata dai nativi americani nei riti delle capanne sudatorie e per purificare gli ambienti da energie negative
3° classificato  Guido Agnelli, giovane vivaista milanese, per la collezione di rare piante tropicali, in particolare l’Handroanthus heptaphyllus una bignoniacea originaria del Brasile
4° classificato – menzione speciale all’Az. Agr. Davide Bacci per la particolarità della  Rungia kiossii, chiamata anche Erba fungo, una perenne originaria della Nuova Guinea, usata soprattutto in cucina dagli chef stellati per il suo aroma che ricorda i funghi ed i boschi!
5° classificato – menzione speciale alla Az. Agricola Fattoria l’Aurora  per la loro speciale cheesecake a base di zafferano, da loro coltivato

Nel video alcune delle fasi della premiazione ed uno stralcio della conferenza “INNAMORARSI DELLE ROSE”  tenuta dal mio caro amico Giulio Baistrocchi, che ha parlato di aneddoti piccanti d’epoca sulla storia di alcune rose particolari.



Per quanto mi riguarda, ho avuto anch’io uno spazio per uno piccolo punto vendita delle mie bustine di semi,  realizzate per l’occasione,  che ho allestito nei miei  colori  preferiti e con un particolarissimo catino di zinco dipinto con le oche, che simboleggiano un gruppo  di amiche che abbiamo creato su Facebook anni fa

5


8


7


e ringrazio davvero di cuore la mia cara amica Ada, che mi ha dato fiducia e  chiesto di fare una piccola conferenza sul mio giardino, nonché tutti  i partecipanti che mi hanno ascoltata e interagito con me sull’argomento e  un grande grazie la mia amica Carmen, che ha scattato queste foto durante la mia presentazione! ^^

31


Arrivederci al prossimo anno!  Winking smile



7 commenti

  1. Bonjour Tiziana ,Un article d'une grande qualité ou vous avez votre place dans cette fêtes des plantes votre bassine en zinc avec vos oies et vos créations ainsi que vos connaissances est tout à votre honneur Carmen à fait des jolies photos . .La vidéo est bien faite pour la distribution des prix mais pas de traducteur pas grave j'ai reconnue Ada et sa distribution de gâteau et Giulio grand intelligence et d'une très grande simplicité ,j'aime sa chaussette rose (sourire ) .
    Delia ,Monica Giuliana et tout les autres font un honneur de présenter leurs travaux .
    Que du beau monde vous avez rencontrer et je vous remercie pour ce beau compte rendu et vos magnifiques photos ,un très beau travail .Félicitations .
    Amitié .Emmanuelle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bonjour mon cher ami!
      Je t'adore trop! Tu as toujours été très gentil et ton commentaires ne manquent jamais!
      La Fete des herbe a été une excellente occasion de rencontrer des amis et de nouvelles connaissances, je voudrais un jour à connaître ta personne que vous trop cher!
      Le travail du reportage a été long et ardu, mais à la fin il me semble un excellent rapport et je suis heureux que vous ayez apprécié!
      Je serre dans mes bras et je vous souhaite un beau dimanche d'été!
      Mille bisous d'amitié!
      Titty

      Elimina
  2. Une très belle fête à laquelle j'aurai aimé participé en un si beau pays. De poétiques créations, j'aime particulièrement les carreaux de céramique façon azulejos et de jolies "reines jardinières". Que du bonheur. Un grand merci Titty.Bizzzzzh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coucou Maryline et mille merci pour votre commentaire! ^^
      J'aime aussi la poterie et en particulier ceux de Monica Bispo qui rappellent les Azulejos portugais sont merveilleux!
      L'une des reines jardinieres est chez moi, je l'ai acheté il y a quelques années seulement au Festival des herbes!
      Merci pour votre visite!
      Un câlin!
      Titty

      Elimina
  3. Carissima Tiziana che bello il tuo report sulle attività svolte in questo magico e antico contesto! Spero di poter partecipare anch'io il prossimo anno! Buon Ferragosto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo! ^^
      Ti ringrazio per l'apprezzamento, sono felice che il reportage ti sia piaciuto e....magari avremo occasione di incontrarci proprio lì il prossimo anno!
      Un abbraccio e buone vacanze!
      Titty

      Elimina

Back to Top