Gli albori


Fin da piccola ho sempre amato i fiori e il giardinaggio. Ricordo che quando ancora vivevo da mamma, curavo un piccolo spazietto che lei mi aveva concesso in una vaschetta della veranda, dove avevo piantato della semplice menta ed un piccolo carrubo ( Ceratonia siliqua ) nato da seme.

Quando poi sono andata a vivere col mio compagno ho potuto dare libero sfogo, pur se ancora in piccolo, date le ridotte dimensioni del giardino, alla passione del verde.

Ripenso ancora al momento dell'impianto di uno Schinus molle, diventato poi un meraviglioso e grandioso albero, che ogni tanto passo a salutare con nostalgia.

E' per questo che ho voluto con tutto il cuore piantarne un altro anche nel giardino della casa dove poi mi sono trasferita e dove vivo ormai da 13 anni.

Queste foto mostrano il giardino




















trascurato e ridotto ad un ammasso di erba altissima e secca, così come lo vidi nel momento del nostro arrivo in questa casa





















ma io già vedevo oltre, immaginavo cosa sarebbe poi diventato il nostro giardino, col il lavoro e l'entusiasmo che sono poi riuscita a trasmettere anche al mio compagno, che mi aiuta tantissimo nella realizzazione delle mie idee e i miei progetti.

Già dopo i primi anni cominciano a vedersi i frutti del grande lavoro svolto,con l'impianto di una pergola nel patio davanti casa ed uno splendido glicine ( Wisteria Black Dragon ) ad ornarne il profilo




naturalmente un semplice pratino sempre nella parte a nord della casa con una bianchissima Spirea che fiorisce abbondantemente tutte le primavere ormai da tanti anni

























io poi ci ho messo del mio, con alcuni cartellini disegnati a mano con la figura e il nome di alcune delle piante più importanti. Amo mettere un'impronta personale fra gli "arredi" del giardino, per farlo un pò più mio.


Prossimamente posterò qualcosa del mio attuale giardino e le future progettazioni. Al momento sto allestendo alcune bordure miste, tropicali e in stile inglese, o almeno tento umilmente di mettere a frutto le tante letture che mi hanno ubriacato e inebriato di immagini e suggerimenti, durante i roventi mesi estivi, quando in giardino non si è potuto far molto.

5 commenti

  1. What a beautiful garden you have! I love the Wisteria.
    Maybe I'll learn some Italian while looking at your blog? :)

    RispondiElimina
  2. Bravissima Tiziana! Però vogliamo vedere anche il pot-ghetto...

    RispondiElimina
  3. Tyzzi!!!non avevo visto l'angolino col glicineè molto romantico

    RispondiElimina
  4. Certo che ora il giardino non sembra nemmeno un lontano cugino di quello di prima!
    Sei riuscita a trasformare la sterpaglia con del verde lussureggiante, inizio a sospettare che tu abbia la bacchetta magica..
    Complimenti giardiniera furigheddosa. ;)

    RispondiElimina
  5. Quelle formidable évolution dans ton jardin Tiity! C'est amusant de voir comment il était quand vous êtes arrivés! ;)

    RispondiElimina

Back to Top