Effetti delle gelate notturne - by Delia

Da noi non ci sarà la neve, ma nelle notti scorse la temperatura è scesa al di sotto dello zero, causando alcune vittime in giardino. Per il Clorophytum non ci sono problemi, è una pianta forte, basta tagliare le sue foglie bruciate dal gelo e in primavera si rigenera completamente. Per la Salvia Leucantha vale lo stesso discorso, tagliandola quasi alla base rigetta senza problemi.

 

Ma la mia unica ortensia....nutro forti dubbi. Pur riparata dal limone e circondata da piante che (credevo) la proteggessero, purtroppo foglie apicali e fiori ne hanno risentito. Per fortuna la parte basale sembra ancora in buone condizioni, quindi non dispero...si vedrà con la bella stagione.
Anche il fiore della William Morris ha subìto la stessa sorte, appena sbocciata è stata subito aggredita dal freddo notturno, appassendosi. Comunque ha lo stesso un certo fascino.


Vicino alla mia casa, lungo la recinzione, una pianta di corbezzolo dà il meglio di se', mostrando la sua veste natalizia, coi suoi colori brillanti e la sua ricchezza di frutti e fiori...lei sì che non risente del gelo, l'inverno è la sua stagione!

5 commenti

  1. Grazie per questa bellissima passeggiata invernale!
    Buon Natale e tanta serenità.

    RispondiElimina
  2. Non preoccuparti per piante come ortensie e rose...i fusti non hanno problemi, si bruciano solo le foglie. Certo che per altre piante che avete in sardegna e che vedo nelle foto noi "nordici" pieni di freddo e neve ne ignoriamo l'esistenza...

    RispondiElimina
  3. Per l'ortensia non ci sono problemi, io sono mesi che ho tagliato i fiori ormai cotti, ora è spoglia - da me resiste alla neve, gelo, aria gelida, grandine e moltissima acqua... per lei stare da te è una pacchia.... stessa cosa per le rose, mio papà le tiene in montagna, clima ideale, un po english... il corbezzolo è fantastico con le palle natalizie dei suoi frutti!

    RispondiElimina
  4. Come foto invernali sono un po' ... ridicole=))=))=))
    Rose e ortensie sono com'erano da me due mesi fa, oramai il freddo ha fatto tabula rasa, tutto spoglio e, in questo momento molto infangato.
    Ma non importa, sento già aria di primavera, le giornate stanno allungandosi e io sto collezionando preziosi semini!
    Che bello il corbezzolo8-}

    RispondiElimina
  5. L'hanno già detto gli altri, ma lo dico anch'io, le ortensie non soffrono il freddo.Più facile che patiscano il caldo estivo. Mi ricordo quello del lago Maggiore , che crescevano in verticale sui muri, come erbacce!Che invidia. Da me è andato fino a 9 sotto zero e ha sciupato i fiori del corbezzolo, secondo me anche i frutti.Buon Natale a tutti voi e ai vostri bambini!
    Lorenza

    RispondiElimina

Back to Top