Giardino mio o tuo? No, nostro - by Delia

Mio marito concepisce il giardino sotto un altro aspetto rispetto a me. Io lo devo vivere fisicamente, creando nella terra attraverso le piante, amandole una per una, e cercando nei limiti del possibile di averne cura nel tempo. Faticoso si, ma ritemprante: tutti i pensieri, positivi o negativi che siano, sembrano dissolversi, e la mia mente si concentra esclusivamente sul lavoro giardinicolo che sto svolgendo, fino a rendermi conto che passano le ore e la giornata è finita.
Lui no. Però ama lo stesso creare, non "il" giardino, ma "per" il giardino. Infatti nel corso di questi anni sono spuntate panchine, pergole, pedane in legno per la zona piscina, la casetta per i giochi dei bambini e quella sull'albero, scale e un obelisco in ferro. Ma non solo, l'elenco sarebbe più lungo....
In un certo senso si può dire che siamo complementari: insieme abbiamo contribuito alla creazione di un giardino che ci rispecchia.
Dal legno ora è passato all'utilizzo del ferro, e ora, durante le passeggiate, ci fanno compagnia delle figurette simpatiche di animali: gatti, camaleonti, galletti... gli spunti gli sono stati dati da internet, e credo ne abbia in serbo degli altri, fino a che non cambierà idea e passerà alla realizzazione di altri tesori!




12 commenti

  1. Wind vanes are always so fascinating, and I'm kinda sad that I don't have one. I really like that scaredy cat one!

    RispondiElimina
  2. Il vostro giardino e' un incanto!
    Un abbraccio...
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Ma che bravi che siete! E poi la fortuna di condividere una passione...
    Ppurtroppo io "ballo da sola" e la famiglia invece di partecipare, come si dice da noi, mugugna.
    Simonetta

    RispondiElimina
  4. Ne ce ne sarà presto sul mio blog, con la neve !
    Buona dominica!

    RispondiElimina
  5. il camaleonte è troppo carino!!! :-D

    RispondiElimina
  6. I wait you on my blog, come on my dear !
    A presto !

    RispondiElimina
  7. no scusa li ha fatti tuo marito????? MITICO!!!!!
    ma quanto è bravo??? troppo ingegnoso quell'uomo, hai fatto bene ad accapparrartelo ;)

    RispondiElimina
  8. In effetti tutte le volte che vedo queste cose mi vien da dire... ma dove si trovano dei Gianni così! ;))
    Però se non ci fosse il giardino ...
    e tutto il tuo lavoro fatto di pazienza, di continuità, di progettazione e di attesa....
    Lui tutto sommato se la cava in fretta, vede subito i risultati e si becca pure i nostri applausi:D Mi unisco anch'io: sei bravissimo!

    RispondiElimina
  9. Ma quanto sta diventando bravo Gianni? :)
    Ha iniziato con il primo gattino e poi addirittura un bellissimo gallo?! :-o
    Adoro il camaleonte sul treillage, sembra di vedetta sulle clematis che si arrampicheranno, fa la guardia contro eventuali insettini che possano attaccarle! ;))
    Davvero molto bravo, Gianni, il "quaranta", ha sempre avuto 10 e lode in manualità e il tuo giardino sarà incantevole la prossima primavera! :X

    RispondiElimina
  10. Quest'uomo con le mani ci sa davvero fare!!! Ah deliaaa...donna fortunata!!
    ......
    .....
    :))
    ok, ok, lo ammetto..la frase suona quanto meno ambiguaa!! PUAHAHAAAHAAHHHAHHH!!!

    RispondiElimina
  11. PER DELIA: e infatti i miei cuoricini sono proprio lì, sul mio albero di Natale! Complimenti per le tue foto!

    RispondiElimina
  12. Urca che belli!!! ..dovresti fare una bancarella e venderli ;)
    Mi unisco anch'io al coro di complimenti.. ;)

    RispondiElimina

Back to Top